in ,

Essere zia: un meraviglioso viaggio alla scoperta di se stessi

essere zia

Buongiorno amiche di SegretoDonna, oggi entro in punta di piedi nella rubrica “Mamme” per parlarvi di un argomento che nell’ultimo anno della mia vita è diventato di centrale importanza. i essere zia  

L’essere diventata zia!

 essere zia

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Già, essere mamme è un’esperienza bellissima, che ti stravolge la vita, almeno a quanto dicono tutte le neo mamme che conosco, e gli credo sulla parola.

Ma essere zia non è da meno! Credetemi!

Già, essere zia è un’esperienza che ti cambia la vita.

Certo dipende dal modo in cui intendi esserlo e dall’intensità con cui la vivi.

Non basta solo un grado di parentela, vicino o lontano che sia, essere zia è un modo di vivere, di pensare, è un modo di essere, è un mondo.

essere zia

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

Esistono diversi tipi di zia e il coinvolgimento cambia e di tanto.

essere zia Ci sono le zie lontane

Quelle che vedi alle feste comandate, per il compleanno e in altre rare occasioni. Lì il grado di confidenza è quasi nullo, di norma il bambino ti guarda, ti scruta, nel migliore dei casi ti saluta. Gioca un po’ e poi finisci nel dimenticatoio! Fino all’adolescenza quando diventi “la fantomatica zia” che altro non è se non l’incubo delle feste: sempre a fare le stesse domande, regali inutili, e in te si scatena una innata voglia di urlarle in faccia “Ma chi ti conosce“.

 

 

 

Poi c’è l’amica folle e simpatica della mamma

Quella che ogni volta che incontri ti fa giocare nei modi più scalmanati, che ti da di nascosto una brioscina, che diventa complice delle tue marachelle e sempre pronta a difenderti con la mamma.

Questa è un tipo di zia che se durerà il rapporto con i tuoi genitori ti ritroverai sempre. Sarà la zia che incontrerai a puntate ma con la quale avrai un gran rapporto di amicizia e complicità.

 


Infine c’è la zia che è come una seconda mamma

essere ziaGià perché tutti in fondo abbiamo bisogno di una seconda mamma. Questo è un legame viscerale, che ti entra dentro e che inevitabilmente ti cambia.

È l’emozione del primo dentino, il panico del primo cambio di pannolino, il primo biberon. E poi è un insieme di pappe, di vocine buffe, di canzoncine che ti ritrovi a canticchiare mentre cammini per strada.

È cambiare i tuoi orari in funzione dei suoi.

È ritrovarti a scambiare un aperitivo con le tue amiche con un pomeriggio passato a gattonare a terra.

È scegliere una serata a casa, tra cartoni e capricci, quando prima ti saresti proiettata in una serata mondana.

È imparare a ridere del rigurgito sul vestito nuovo, o della pappa tra i capelli, o delle notti passate insonni.

È lo stupore che provi quando non credevi di poter provare un amore così grande e disinteressato per un esserino così piccolo e carino.

Essere zia è…

È come se avessi fatto pace col mondo intero. Perché in quegli occhi che si illuminano quando ti vedono, ritrovi te stessa e il senso della vita.

È giocare insieme e chiudere il resto fuori. È imparare ad amare le lunghe passeggiate il pomeriggio, sforzarti di imparare una lingua a te sconosciuta fatta di versi ma che è la vostra, unica e sola.

È l’emozione che provi quando per la prima volta ti chiama con il soprannome più brutto che tu abbia mai avuto, ma che detto dalla sua vocina ti sembra bellissimo.

È parlare dei suoi progressi e andarne fiera, come fossero anche un po’ i tuoi.

È giocare insieme pomeriggi, giornate intere e ridere, ridere e ridere ancora.

Insomma essere zia ti stravolge, ti regala una serenità che non pensavi potessi provare, è un mondo a se stante, è un piccolo traguardo che segni ogni volta che vi incontrate.

È essere una squadra, voi due e tutto il resto fuori.

È sapere che lo amerai come se fosse tuo, che sarai una certezza nella sua vita.

Che sarai la persona a cui confiderà i suoi segreti, a cui chiederà consiglio, da cui si rifugerà quando litigherà con i suoi genitori, sarai il suo migliore amico, il suo complice, la sua certezza.

Sarai una presenza costante ma mai ingombrante. Sarai una zia! Semplicemente, meravigliosamente, straordinariamente zia. E una volta entrata nella sua vita sarà per sempre.

 

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Essere zia è un meraviglioso viaggio alla scoperta di se stessi. Perché sarai il suo migliore alleato e la sua arma segreta che la farà sentire un po’ come un supereroe.

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da Aski Cocu

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

cheesecake ricetta facile

Cheesecake: tre ricette facili e veloci per stupire i vostri ospiti!

maschere bugie emozioni sofferenza

Emozioni in gioco: sentirle, viverle, gestirle