in , , ,

Zucchero: è una droga lo afferma la scienza

Tutti giorni assumiamo zucchero sotto varie forme e spesso però ne introduciamo pure troppo. zucchero studi droga

zucchero studi droga

I danni dall’over sugaring sono tanti e tutti comprovati da diversi studi scientificizucchero studi droga zucchero studi droga 

Ti capita spesso di svegliarti già stanca o di sentirti apatica? Tutta colpa dello zucchero in più che hai assunto. zucchero studi droga

 

 

 

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Cos’è lo zucchero e perché fa male

Lo zucchero, o anche chiamato saccarosio, è un disaccaride che influisce su metabolismo e sistema nervoso.

Il saccarosio è un carboidrato costituito da due molecole: una di glucosio e una di fruttosio ed è per questo infatti chiamato disaccaride.

Pertanto, lo zucchero è frutto della fotosintesi delle piante di canna e il suo colore pertanto è bruno per natura.

Lo zucchero comune che usiamo quotidianamente ha invece un colore bianco poichè è stato sottoposto a lunghi processi di raffinazione chimica.

zucchero studi droga

Dunque, sono quest’ultimi che distruggono  vitamine e i minerali che invece il saccarosio ha per natura.

Pertanto, l’organismo privato di questi nutrienti è costretto a prelevarlo da tessuti e ossa.

La conseguenza di questo processo digestivo dello zucchero, che diventa aggressivo per il corpo, è l’inevitabile perdita del calcio dalle ossa e dai denti, con indebolimento quindi dello scheletro e della dentatura.

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

In generale quindi, lo zucchero è dannoso per il corpo poiché sortisce un pericoloso effetto di demineralizzazione, diminuendo inoltre la capacità fagocitaria dei globuli bianchi.

zucchero studi droga

 

La molecola di saccarosio è assorbita subito dal sangue e questo procura un picco glicemico che crea scompensi a livello del sistema nervoso e una grossa influenza sul metabolismo con conseguenti stati di depressionestimolazione, irritabilità e nei casi più gravi dipendenza.

Tutte le varietà di zucchero

Esistono diversi tipi di zucchero che sono in commercio e non tutti fanno male allo stesso modo:

zucchero studi droga

  • zucchero integrale di canna: il colore è bruno ed è quello meno trattato a livello chimico poiché è estratto dalla pianta conservando gran parte di vitamine, minerali e oligoelementi;
  • zucchero grezzo o greggio: il colore è scuro e pastoso, questo tipo di saccarosio non è 100% naturale ed ha subito trattamenti chimici (trattato con caramello ammoniacale E150) che abbassano notevolmente il livello dei suoi nutrienti;
  • zucchero bianco: qualità di zucchero totalmente raffinato molto dannoso per il corpo poichè privato di tutti i suoi nutrienti.

 


Perchè si parla di dipendenza da zucchero

Tutti quanti noi ogni giorno a fine pasto o per spuntino desideriamo qualcosa di dolce e ciò è dovuto agli stimoli celebrali che conseguono al picco glicemico.

Infatti, quando ingeriamo dello zucchero i neuroni del cervello si attivano immediatamente creando un meccanismo di ricompensa detta dopamina.

Questo è il motivo per cui desideriamo sempre mangiare un dolcetto ed è per quanto chiarito che gli scienziati parlano di dipendenza da zucchero.

zucchero studi droga

Il saccarosio, come dimostrano i recenti studi scientifici, non solo ci fa ingrassare (se assunto in grossi quantitativi) ma ci scompensa pure a livello mentale procurando dipendenza.

I sintomi che si possono riscontrare a causa del suo abuso spaziano da quelli meno gravi: come stanchezza e apatia a patologie gravi come il diabete, deficit di attenzione, sindrome da iperattività e perfino l’ alzheimer.

 

Semplice consuetudine quella di aggiungere zucchero a caffè o tè o si può parlare di vera è propria dipendenza?

Pertanto, la scienza risponde che l’assunzione quotidiana dello zucchero bianco è una dipendenza alla pari di quella della nicotica delle sigarette e da tale va dunque trattata se vogliamo il nostro benessere psico-fisico.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Conclusioni

Per limitare tutti gli effetti negativi descritti sopra sarebbe quindi un bene limitare l’uso del saccarosio nella nostra dieta quotidiana depurandoci gradatamente.

Consiglio in una prima fase (una settimana per esempio) di preferire l’assunzione dello zucchero integrale di canna, che conferisce ugualmente un gusto dolce conservando però tutti i suoi nutrienti.

zucchero

 

Quando avremo apprezzato lo zucchero di canna grezzo dovremmo a questo punto imparare a prediligere i gusti naturali delle cose limitando tutti quei prodotti industriali che sono pieni di edulcoranti e zuccheri chimici.

Col tempo noterete che la qualità della vostra vita migliorerà sempre più: riposerete bene, avrete meno voglia di merendine e dolciumi vari e inizierete ad avere voglia invece di cibi salutari che possono contenere varianti diverse di saccarosio come per esempio: stevia, truvia, polvere di galattosiozucchero studi droga zucchero studi droga 

zucchero studi droga

Seguiteci su SegretoDonna .

tendenze capelli must

Tendenze capelli 2018: tutti i look a cui non puoi rinunciare

romanzi amore preferiti

After, uno dei romanzi d’amore preferiti dai ragazzi