in ,

È morto Giampiero Galeazzi, il dolore degli amici. Mara Venier: “Se ne va un pezzo della mia vita”

Giampiero Galeazzi morte

Care amiche e amici di SegretoDonna è morto Giampiero Galeazzi. Icona del giornalismo sportivo aveva 75 anni ed era malato da tempo. Storico telecronista Rai, conduttore ed ex canottiere, Galeazzi era nato a Roma il 18 maggio 1946. Giampiero Galeazzi morte

Tanti gli amici che lo ricordano con affetto e ammirazione. A cominciare quello della storica amica, Mara Venier. ”Se ne va un pezzo della mia vita, un fratello”, ricorda la conduttrice con enorme commozione. Proprio la Venier ospitò una delle ultime apparizioni televisive di Galeazzi in una puntata di Domenica In nel 2018. La conduttrice intervistò il giornalista che, già visibilmente provato dalla malattia, si commosse fino alle lacrime.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mara Venier (@mara_venier)

E poi ancora l’amico Giuseppe Abbagnale, presidente della Federcanottaggio e campione indiscusso di questo sport, che racconta: “Siamo stati con la figlia pochi giorni fa e avevamo parlato di lui, mi aveva lasciato molto felice il fatto che si stava riprendendo, invece arriva questa notizia. Se ne va la voce storica del canottaggio, nonchè un amico e un personaggio preparato e coinvolgente“, ha aggiunto Abbagnale sorpreso e commosso per la notizia. “Ci sono tanti aneddoti perchè abbiamo condiviso per anni il palcoscenico dello sport, del canottaggio, soprattutto in occasione dei Giochi Olimpici. Le sue interviste e i suoi sfottò veramente spaziavano dalla sua militanza all’interno del mondo remiero, ad atleta, a voce effettiva e indiscussa. Questa notizia mi ha lasciato veramente sconcertato, mi mancano le parole. Non avrei mai voluto ricevere questa notizia, appena possibile sentirò la famiglia per le condoglianze da parte mia e di tutto il mondo remiero“, ha aggiunto il presidente federale.

Ricordo che faceva le telecronache quando io ancora giocavo. Quando abbiamo iniziato a farle insieme forse erano meno tecniche e schematiche di quelle di oggi, sicuramente molto più umane, come lo era lui”. Così lo ricorda Adriano Panatta. “Mi dispiace tantissimo, sapevo che non stava bene. Eravamo molto amici con Giampiero. Con lui ho solamente bei ricordi, tanto allegri, divertenti. Era un professionista pazzesco, veniva a fare le telecronache preparatissimo, sapeva tutto. Ogni tanto gli facevo qualche scherzo, si avventurava in una disquisizione tecnica, io allora gli facevo no con la testa apposta – racconta ridendo – e lui, bravissimo, cambiava subito versione. Io poi gli dicevo che scherzavo, era molto divertente questa cosa“. Giampiero Galeazzi morte Giampiero Galeazzi morte

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

greenpass francesca donato

Green Pass abolito all’Europarlamento: Francesca Donato spiega su Facebook cosa proveranno a fare per eliminarlo a cascata in tutte le nazioni

disabili novax

“Usano anche i disabili per denigrare chi contesta i vaccini”. Bufera sulla no profit e le foto contro i “no vax”