in ,

#EVERYCHILDISMYCHILD il messaggio contro la guerra in Siria

#everychildismychildEvery child is my child, ogni bambino è il mio bambino. È questo l’hashtag scelto per la campagna di sensibilizzazione contro la guerra in Siria sostenuta da molti personaggi dello spettacolo.

Da Alessia Marcuzzi a Elena Santarelli, passando per i volti noti di Luciana Littizzetto, Martina Colombari, Fiorella Mannoia e Pierfrancesco Favino: queste alcune delle icone dello star system che hanno postato sui loro profili social video o foto con l’hashtag diventato virale dopo il raid con i gas tossici che in Siria.

Gas che hanno provocato la morte di bambini inermi e indifesi, che hanno perso il respiro nelle prime ore del 4 aprile.

[ad id=”43″]

Un invito social

La protesta, silenziosa come il gas che uccide, è un invito a deporre le armi, e a interrompere qualsiasi azione contro la Siria.

#everychildismychild

Un messaggio chiaro e forte, scritto a chiare lettere su fogli di carta o su indumenti: perché lo scempio non si ripeta, perché i bambini vengano lasciati ai giochi e non diventino ancora una volta vittime innocenti.

#everychildismychild

[ad id=”43″]

#everychildismychild“Voglio dire basta alla guerra in Siria, adesso non si può più tacere, perché ogni bambino è un nostro bambino!”. 

Il messaggio è quello di tirare fuori la testa dalla sabbia e di smettere di guardare dall’altra parte solo perché la guerra è lontana da noi. Ignorare una cosa così grave equivale ad esserne complici.

La strage di bambini è stata un vero colpo al cuore per tutti, anche per i vip di casa nostra. E noi tutti, come loro, dobbiamo alzare la voce.

Continua a seguirci su SegretoDonna.com per tenerti sempre aggiornata.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

SegretoDonna

SegretoDonna: il magazine tutto al femminile

Maglioni infeltriti  e rimedi fai da te

Maglioni infeltriti: 7 rimedi fai da te