in ,

Fabrizio Corona, Tribunale restituisce 1,9 milioni di euro

Il Tribunale restituisce a Corona 1,9 milioni di euro sui 2,6 sequestrati

I due legali di Fabrizio Corona: Ivano Chiesa e Luca Sirotti hanno chiesto e ottenuto dai giudici di Milano il dissequestro di parte del patrimonio di Corona
.Pertanto, nel provvedimento si legge che le somme sono state << lecitamente guadagnate>>, dunque è stata per questo disposta la restituzione di circa 1,9 milioni di euro.

Corona restituzione patrimonioI legali di Corona hanno espresso soddisfazione per la decisione dei giudici che hanno disposto quindi la restituzione <<integrale>> di 840 mila euro trovati in cassette di sicurezza in Austria.
Questo denaro era stato sequestrato a seguito dell’ultima inchiesta che ha portato all’arresto dell’ex re dei paparazzi.

Inoltre, tra i beni di Corona la sua casa in zona Corso Como in via De Cristoforis a Milano sequestrata tra il 2008 e 2009 e fittiziamente intestata a un suo collaboratore.

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Un’altra parte dei suoi beni pari a circa 1,7 milioni di euro era stata nascosta parte in Austria e parte nel controsoffitto di casa di Corona da una collaboratrice.
I giudici hanno stabilito che anche quella somma è stata guadagnata lecitamente da Corona prima del 2013 e disposto la confisca di 700 mila euro.

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

Pertanto, sembrerebbe che quest’ultima cifra fosse quella dovuta al fisco per le imposte da lui non versate.
Insomma, a quanto dicono i legali di Corona “I soldi a lui restituiti sono stati lecitamente guadagnati e frutto del suo lavoro, dunque non c’è nessuna ragione per trattenere quel denaro”.
Infine, è stata rigettata la richiesta di aggravamento della misura della sorveglianza speciale per Corona dal momento in cui non è ritenuto socialmente pericoloso.

 


Corona e i suoi meriti

Sebbene l’ex re dei paparazzi sia da tempo in stato di detenzione lo stesso ha saputo sfruttare commercialmente lo stesso suo stato detentivo.
Fabrizio Corona inizia ad avere problemi con la giustizia nel gennaio 2013.
Suo merito pertanto quello di alimentare le sue sostanze economiche con interviste, presenze tv, pubblicazione di libri di memorie e progetti vari.
Tutto il denaro guadagnato così dal gennaio 2013, secondo quanto precisato dai giudici, dovranno tornare alla Fenice srl ” e Atena srl in “liquidazione”.
Inoltre, a tal riguardo i giudici confermano i reati tributari a carico di Corona e valorizzano contemporaneamente il fatto che negli ultimi 18 mesi però il bel Fabrizio ha ripianato così i debiti fiscali suoi e della società.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Conclusioni e ultimissime notizie

Per il prossimo 19 2019 è fissata l’udienza davanti al Tribunale di Sorveglianza di Milano per la revoca dell’affidamento in prova disposto nel 2016.
Nell’occasione della stessa udienza i giudici si pronunceranno sull’affidamento terapeutico ottenuto lo scorso 21 febbraio, la confisca dei soldi e per l’appartamento sequestrato.

 

Continuate a tenervi aggiornati con tutte le news su SegretoDonna .

Corona restituzione patrimonio

Corona restituzione patrimonio Corona restituzione patrimonio Corona restituzione patrimonio

tisane detox funzionano

Non lasciatevi illudere dai prodotti Detox venduti su Internet

dayron srl catania

Mara Amato, giovane imprenditrice, si racconta: “passione, determinazione e sacrificio”