in ,

Sete di sesso? Difficoltà a trovare un partner? Nessun problema, c’è anche chi lo fa da solo

come trovare partner

Care amiche di SegretoDonna, viviamo un momento tormentato in cui le cronache sono sempre più piene di episodi di violenza che si consumano nell’ambito della sfera dei rapporti di coppia.
Infuria la tempesta mediatica sulle molestie sessuali esplosa a seguito degli scandali che hanno coinvolto il produttore cinematografico americano Weinstein, il noto attore Bill Cosby ed adesso anche il principe Andrea, solo per citarne alcuni.

Quello attuale è anche un periodo caratterizzato da accese contrapposizioni di carattere etico sulla pratica dell’utero in affitto, sul matrimonio tra individui dello stesso sesso, sui figli con due madri o con due padri.

Un momento triste in cui femminicidi e drammi familiari sono praticamente all’ordine del giorno.

La società sta vivendo un vero e proprio caos esistenziale che scuote dalle fondamenta le regole dello stare insieme.
Le peculiarità di carattere biologico si intrecciano con comportamenti consolidati nel tempo dalla tradizione e ritenuti pertanto giustificati e immutabili da presunte motivazioni di carattere etico.
Monogamia, poligamia, eterosessualità, omosessualità, …un panorama infinito di situazioni …

come trovare partnerAllora viene da chiedersi se tale situazione sia esclusiva dell’essere umano. In primo luogo, se da un lato è vero che negli altri animali l’atto sessuale è soprattutto lo strumento per assicurarsi una discendenza e quindi di mantenimento nel tempo della propria specie, dall’altro è anche vero che gli uomini vivono il sesso principalmente come strumento di piacere sganciandolo spesso da finalità riproduttive e purtroppo anche affettive.

Se andiamo a dare uno sguardo nel mondo degli animali ne scopriremo delle belle.

L’argomento è certamente interessante me allo stesso tempo è abbastanza complesso; pertanto, appare opportuno che ci soffermeremo di volta in volta su una particolare situazione.

In natura, per fare figli bisogna necessariamente essere in due?

Oggi cercheremo di dare risposte a questa domanda che potrebbe sembrare banale e dalla risposta scontata ma che invece non lo è.

come trovare partnerInfatti, in natura non sempre è così; però. nell’uomo e in tantissime altre specie per fare figli è indispensabile il concorso di un femmina e di un maschio.
La prima in quanto portatrice di uova, il secondo di spermatozoi.

Tale condizione è consolidata e resa ineludibile da fattori di carattere genetico ed anche anatomico che hanno il loro primario fondamento nella distinzione in due categorie sessuali di individui, maschi e femmine; le prime provviste di ovari che producono uova, i secondi con testicoli che formano spermatozoi.

La riproduzione è in parecchi casi alquanto complessa richiedendo molteplici passaggi prima che si realizzi la fecondazione, cioè la fusione di uno spermatozoo con un uovo: è questo l’atto che rappresenta il momento cruciale per la nascita di un nuovo individuo.

Però in natura, nell’uomo come in molti altri animali, la fecondazione deve essere necessariamente preceduta dall’accoppiamento: operazione che avviene con l’introduzione del pene del maschio all’interno delle vie genitali femminili.

Tutto questo è necessario affinché possa avvenire l’inseminazione, cioè il rilascio degli spermatozoi in prossimità delle uova. come trovare partner

Il corteggiamento a cosa serve? E’ proprio necessario?

In molti animali l’accoppiamento tra maschio e femmina deve essere preceduto da manifestazioni di corteggiamento, rappresentate da richiami di varia natura, odorosi, sonori, visivi, da parate nuziali.

Lo scopo primario del corteggiamento è quello di comunicare la propria disponibilità all’accoppiamento con la funzione di riconoscimento specie-specifico, nonché quello di ridurre i comportamenti aggressivi del possibile partner.

Spesso il corteggiamento è necessario per rendere il maschio gradito alla femmina che altrimenti non sarebbe disponibile all’accoppiamento, o comunque per distrarla e quindi possederla suo malgrado.

Una trappola odorosa acchiappafemmine

blatta ectobiusSingolare è il caso delle blatte, insetti molto diffusi, non di rado sgraditi inquilini delle abitazioni.
In molte specie di questi animali, i maschi hanno sull’addome una fossetta con una ghiandola che di norma è coperta dalle ali.

Allorquando un maschio, che avverte l’esigenza di accoppiarsi, giunge in prossimità di una femmina, solleva le ali e scopre così la propria fossetta con la ghiandola; si tratta di una vera e propria trappola sessuale.

Infatti, se la femmina è matura sale sull’addome del maschio irresistibilmente attratta dall’odore della sostanza secreta dalla ghiandola di cui è particolarmente ghiotta.

Così, mentre le femmina è intenta a leccare con impegno il contenuto della fossetta, il maschio può con tranquillità portare a termine il proprio rapporto sessuale introducendo nelle vie genitali della distratta partner l’astuccio contenente gli spermatozoi.

É possibile farlo da solo e riprodursi senza la partecipazione di un partner?

Se diamo uno sguardo al vasto mondo degli animali, troviamo moltissimi esempi di specie in cui ciascun individuo non ha il problema di richiedere la collaborazione di un partner per assicurarsi una discendenza.

Per questi l’esigenza principale è quella di fare tanti figli senza perdere tempo.

In certi casi la ricerca del partner, il corteggiamento, l’accoppiamento, l’inseminazione, la fecondazione richiedono dei tempi incompatibili con la sopravvivenza della speci.

Infatti, molti animali insegnano che non sempre per fare figli è necessario un atto sessuale consumato tra due individui di sesso opposto. come trovare partner

Anzi, in molti l’atto riproduttivo è un fatto strettamente personale e ciascun individuo, con modalità più o meno complesse, riesce a produrre due o anche più copie di sé stesso.

E tutto questo grazie ad un meccanismo riproduttivo autonomo che certamente presenta il duplice vantaggio di:

  • richiedere un costo energetico minimo, derivante dalla mancata esigenza di ricercare un partner con tutto quelle che segue,
  • assicurare una resa numerica in figli massima, essendo ciascun individuo in grado di produrre figli da solo.

Da questo punto di vista, gli organismi che si riproducono attraverso metodi diciamo uniparentali, potrebbero essere considerati “biologicamente immortali”.

Questo perché essi sono in grado di produrre cloni di sé stessi, trasmettendo in tutti i figli il proprio patrimonio ereditario nel medesimo assortimento genetico, dal quale essi stessi hanno tratto origine.

Il caso dell’Idra

L’esempio classico è rappresentato dall’Idra (Hydra), piccolo polipo d’acqua dolce, che non è soggetto ad alcun segno di invecchiamento ed è potenzialmente immortale, come la mitologica Idra di Lerna, mostro dalle molte teste, in grado di rigenerare quelle amputate.

hydra polipoE a tutto questo c’è una spiegazione biologica piuttosto semplice: questi animali si riproducono esclusivamente da gemme del proprio corpo costituite da più cellule dalle quali si originano individui figli, del tutto identici al genitore, solo che in miniatura.

Il presupposto per tale  riproduzione asessuale è che ogni Idra contiene cellule staminali in grado di proliferazione continua. Senza queste cellule staminali, gli animali non potrebbero più  riprodursi.

Grazie alla sua immortalità, l’Idra è stato oggetto di molti studi riguardanti i processi di invecchiamento, per diversi anni.

I figli che nascono da un solo genitore sono avvantaggiati rispetto a quelli nati da una madre e da un padre?

Nascere da un solo genitore presenta vantaggi, ma anche svantaggi. Se da un canto i meccanismi riproduttivi uniparentali hanno il grande vantaggio di consentire a ciascun individuo la possibilità di generare autonomamente e con velocità tanti figli senza i rischi connessi alla ricerca di un altro partner, dall’altro presentano un notevole punto di debolezza rappresentato proprio dall’omogeneità genetica della discendenza.

Fare figli da soli e farne è senza dubbio molto importante, ma in prospettiva farli tutti uguali può risultare fatale per la continuazione della specie; infatti, la mancanza di un rimescolamento di patrimoni ereditari diversi si traduce in una minore variabilità genetica dei discendenti ed è causa di un limitato dinamismo della specie rispetto al cambiamento delle condizioni ambientali.

Una generazione costituita da individui tra loro uguali può essere eliminata in toto dal sopraggiungere di una qualsiasi difficoltà ambientale alla quale essa è geneticamente impreparata. come trovare partner come trovare partner

Prova ne è che i gruppi che si riproducono per via asessuale non riescono a mantenersi immutati a lungo nel tempo senza un’alternanza con generazioni che ricombinano i patrimoni ereditari attraverso meccanismi di riproduzione sessuale.

Conclusioni

Care amiche la sessualità è così variegata e oggi abbiamo soltanto un po’ scalfito la punta dell’iceberg. E voi cosa ne pensate? Lasciate un commento se vi è piaciuto l’argomento e lo approfondiremo.
Continuate a leggere le nostre Pillole di Scienza e al prossimo articolo!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

firedream79

Scritto da firedream79

Nominare ex fidanzato

Ossessione ex: perchè il partner parla sempre delle relazioni passate?

Abiti estivi durante inverno

Vestiti estivi anche d’inverno, gli abbinamenti infallibili per non patire il freddo