in ,

Olio di frittura: come riciclarlo senza inquinare!

Come riciclare olio frittura

Sappiamo tutti quanto qualsiasi cosa fritta, abbia un gusto perfetto, l’unica pecca (a parte l’enorme apporto di grassi) è non sapere affatto come fare a sbarazzarsi dell’olio, una volta usato in cucina. Per smaltirlo correttamente, non buttatelo mai nel lavandino o nel secchio anche se dentro una bottiglia.  Occorre per prima cosa lasciarlo raffreddare e raccoglierlo. Come riciclare olio frittura

Se riutilizzate l’Olio Come riciclare olio frittura

Se volete conservare l’olio, è necessario metterlo in un contenitore ermetico, meglio se messo in dispensa in un posto a temperatura ambiente. Depuratelo con un filtrino, così intrappolerete i residui solidi rendendo l’olio più pulito e limpido.

Se l’olio è privo di particelle di cibo, si riduce la possibilità di far crescere la muffa. In questo caso l’olio potrebbe essere riutilizzato, meglio se con la medesima pietanza utilizzata in precedenza. Insomma, evitate di friggere un dolce, dove precedentemente avete fritto del pesce. È logico.

Conservalo a temperatura ambiente in un contenitore ermetico. Se preferisci raccogliere l’olio prima di riutilizzarlo, scegli un contenitore ermetico. Puoi conservarlo in dispensa a temperatura ambiente finché non sarai pronto a usarlo di nuovo. In ogni caso è sconsigliato il riutilizzo dell’olio per più di tre volte.

Riciclate l’olio al Comune

Deve per forza esserci vicino a voi, un punto di raccolta per lo smaltimento degli oli esausti. Ad esempio, esiste il CONOE (Consorzio Obbligatorio Nazionale di raccolta e trattamento oli e grassi vegetali ed animali esausti). Ma soprattutto il vostro Comune dovrebbe mettere a disposizione un servizio di raccolta due volte all’anno. Così come le isole ecologiche.

Come riciclare olio frittura

E sappiate che in alcuni Paesi donare l’olio esausto può essere deducibile dalle tasse. Esistono anche molti supermarket e benzinai che si occupano di raccogliere l’olio esausto.

Una volta raccolto sarà trasformato in olio vegetale per macchinari agricoli; glicerina peri saponi o ancora biodiesel (molte amministrazioni richiedono ai cittadini di donare l’olio usato per raccoglierlo e trasformarlo in carburante biodegradabile non tossico).

Non gettare mai l’olio nel lavandino

È una cosa che non si deve mai fare. Buttare dell’olio nel lavandino o nel wc potrebbe avere conseguenze davvero devastanti per il nostro pianeta. Un gesto così veloce e inconscio provoca alla terra danni secolari. Come riciclare olio frittura

Cercate di pensare che il pianeta è di tutti, è la vostra casa e quindi è doveroso proteggere le acque, perché raggiungendo le fogne è l’agente inquinante numero uno!

E voi? Volete continuare ad inquinare l’ambiente?

 

 

 

Continuate a seguirci sempre qui, su: Segreto Donna!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Falsi miti sfatati

L’atto di masturbarsi nasce con Cleopatra, ecco altri falsi miti

Diodato Levante

Diodato vince Sanremo, il brano Fai rumore è dedicato all’ex fidanzata Levante