in ,

Marco Conforti, il luxury travel blogger italiano più seguito al mondo

Marco Conforti viaggi

Marco Conforti è uno dei luxury travel blogger italiani più conosciuti al mondo e CEO di Italian Places che conta oggi più di un milione di follower su Instagram. Per Marco arrivare fino a questo punto non è stato facile, anche perchè ha dovuto fare tutto da solo, affrontando lo scetticismo iniziale delle persone che non capivano i suoi obiettivi.Marco Conforti viaggi

Eppure Marco non ha mai smesso di credere in quello che stava facendo ed è riuscito a coronare il grande sogno di fare della sua più grande passione per i viaggi e l’Italia il suo lavoro, facendo ricredere chi all’inizio era scettico.

Noi di SegretoDonna abbiamo fatto due chiacchiere con Marco per capire come è nata la pagina Italian Places.

Marco Conforti viaggiCiao Marco, parlaci un po’ di te

Salve a tutti, sono Marco Conforti e sono un luxury travel blogger italiano, fondatore di Italian Places.

Da dove nasce l’idea di aprire la pagina Italian Places?

Nasce tutto da un semplice gioco nel lontano 2010 quando nacque Instagram. Io ed un mio amico andammo in un locale a Salerno per mangiare della frutta fresca.

Dopo la nostra ordinazione ci venne presentato un tagliere di frutta bello nella composizione e ricco di colori. A questo punto io e il mio amico decidemmo di fotografare questo tagliere, solo che il mio amico lo pubblicò su Instagram a colori ed io, invece, in bianco e nero con lo sfondo del porto di Salerno.

Quella foto ebbe un successo enorme ed è partito tutto proprio da lì! Da quel momento iniziai a pubblicare foto con la protagonista di sempre: l’Italia.

A parte la curiosità, cosa ti ha spinto ad aprire la pagina?

La voglia di scoprire, di condividere emozioni, colori e passioni di una terra incantevole che è la nostra Italia.

Hai fatto tutto da solo o ti ha aiutato qualcuno?

Nel 2010 Instagram era nato da poco e nessuno credeva in questo nuovo social, c’era molto scetticismo. Probabilmente in pochi al mondo credevano nel suo potenziale, tra cui che mi sono rimboccato le maniche e ho fatto tutto da solo.

Come hai affrontato lo scetticismo iniziale?

Ricordo che molti conoscenti mi deridevano per quello che facevo: “ma stai sempre con il telefono in mano… che devi fare con queste foto.. perdi solo tempo”. Ma più la gente parlava male di quello che facevo, più mi gasavo, più insistevo è più ci credevo e andavo avanti.

Marco Conforti viaggiCome è cresciuta Italian Places negli anni?

In maniera verticale, da ogni parte del mondo arrivano commenti, messaggi, richieste. Sono davvero felice di questo.Marco Conforti viaggi

Dopo quanto sono arrivate le prime collaborazioni?

Dopo qualche anno sono arrivate le prime collaborazioni, fino ad arrivare al 2021 dove ho collaborato con quasi tutti i brand prestigiosi nel mondo dell’ospitalità e della ristorazione.

Prima facevi un altro lavoro, come è stato per te lasciare tutto per inseguire il tuo sogno e fare della tua passione il tuo nuovo lavoro?

Ho fatto vari lavori ma ho sempre coltivato la passione per Italian Places. Uno degli ultimi lavori è stato quello dell’animatore social su un centro di ragazzi disabili “Elaion” nella mia città, Eboli. Ho lasciato quel lavoro a malincuore e porto nel cuore tutti i ragazzi con i quali condividevo sorrisi e giochi, ma nel cuore stava esplodendo la mia voglia di raccontare al mondo la nostra grande bellezza: l’Italia.

Italian Places ha cambiato Marco Conforti oppure quel ragazzo che ha creduto nei suoi sogni è rimasto sempre lo stesso?

Sono rimasto sempre la stessa persona, l’umiltà è la base del successo.

Non vi resta che seguire Marco Conforti su Italian Places e sul suo profilo personale per scoprire la nostra Italia. Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Scritto da Sophi Campailla

Gilles Rocca fidanzata

Gilles Rocca su tutte le furie: “Grandissimi pezzi di m***a”

Mamme problematiche senza sonnoMamme problematiche senza sonno

Essere genitori: “le mamma dormono meno dei papà. Ecco lo studio!