in ,

Logan – The Wolverine: il fumetto

logan fumetto

E’ da poco uscito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo, l’ultimo capitolo di Logan – The Wolverine (per leggere la nostra recensione clicca qui).

Ultimo capitolo, ultimo viaggio, un addio coi fiocchi per gli appassionati del genere, sia nella trasposizione cinematografica che nella atavica e suggestiva tavola a fumetti. Logan fumetto Logan fumetto Logan fumetto 

Fumetti appunto. Logan, prima ancora di essere il bellissimo e disincantato Hugh Jackman, è stato, è e sarà IL fumetto.

Oggi parleremo di una recente versione a fumetti di Logan, ad opera di Mark Millar.

logan fumetto

[ad id=”43″]

Il fumetto

L’immagine di un Logan vecchio, stanco, scazzato e che fa i conti con un calo drastico dei suoi poteri è un’idea terribilmente affascinante e ricca di potenziale. E’ l’idea base dell’ultimo film, infatti.logan fumetto

Ma non è del tutto originale. Ci aveva già pensato nel 2008 con Old Man Logan Mark Millar, scrittore scozzese che negli ultimi anni ha preso più o meno tutto l’universo della Marvel nelle sue mani.

Logan il vecchio

logan fumettoOld Man Logan è una miniserie che all’epoca destò curiosità ed entusiasmo, non tanto per lo spunto, già affrontato da autori ben più blasonati e non certo nuovissimo, ma per l’inserimento dell’ex Wolverine (che non vuole più sentire quel nome) in uno scenario post-atomico dove i “cattivi hanno vinto”.

Un mondo dove i mutanti hanno perso, sono numericamente irrilevanti, dove tutto è andato a quanto pare in rovina e il deserto pare aver inghiottito la civiltà.

Questo è un dettaglio presente anche nel fumetto, dove i mutanti vengono definiti “qualcosa di passeggero” nella storia del mondo, e sabbia e macerie fanno da sfondo alla vicenda.

[ad id=”43″]

 

Conclusioni

Come molte delle opere di Millar, un autore prolifico che continua a dividere la critica (più che il pubblico), Old Man Logan tende a sacrificare la sostanza per la forma, configurandosi come un bel giro sulle montagne russe che si conclude in un’ora circa di lettura.

In questo aiutano i disegni di Steve McNiven, spesso sodale delle scorribande più autoriali dello scrittore scozzese, che regalano dinamicità, drammaticità e pathos a una vicenda che viaggia a mille all’ora.

 

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, continuate a seguirci su segretodonna.

J.B.

Scritto da Jessica Biondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

biopic de André 

Iniziano le riprese del biopic su De André: Luca Marinelli sarà Faber

Hashtag aumentare followers social network

Hashtag: come aumentare i propri followers