in ,

Zelensky in Parlamento. Draghi ci trascina in guerra: «L’Italia vi vuole nell’UE. Aiuti anche militari alla resistenza»

draghi incita

Care amiche e amici di SegretoDonna, a seguire le preoccupanti dichiarazioni del Presidente del Consiglio, Mario Draghi, nel corso del proprio intervento al Parlamento italiano, successivo al discorso effettuato dal premier ucraino Zelensky a Montecitorio: «Vogliamo disegnare un percorso di maggiore vicinanza dell’Ucraina all’Europa: è un processo lungo fatto di riforme necessarie. L’Italia è a fianco dell’Ucraina in questo processo. L’Italia vuole l’Ucraina nell’Unione europea». draghi incita

«Oggi l’Ucraina non difende soltanto se stessa, difende la nostra pace, libertà e sicurezza, difende quell’ordine multilaterale basato sulle regole e diritti che abbiamo con tanta fatica costruito dal dopoguerra in poi. L’Italia vi è profondamente grata” ha aggiunto Draghi. draghi incita

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SegretoDonna (@segretodonna)

Il premier ha condannato il comportamento della Russia: “la resistenza di Mariupol, Kharkiv, Odessa e di tutti i luoghi su cui si abbatte la ferocia del Presidente Putin è eroica. L’arroganza del Governo russo si è scontrata con la dignità del popolo ucraino, che è riuscito a frenare le mire espansionistiche di Mosca e a imporre costi altissimi all’esercito invasore. Oggi l’Ucraina non difende soltanto se stessa, difende la nostra pace, la nostra libertà, la nostra sicurezza. Difende quell’ordine multilaterale basato sulle regole e sui diritti che abbiamo faticosamente costruito dal dopoguerra in poi». draghi incita

Dall’inizio della guerra, l’Italia «ha ammirato il coraggio, la determinazione, il patriottismo del Presidente Zelensky e dei cittadini ucraini – ha aggiunto Draghi – Il vostro popolo è diventato il vostro esercito. Abbiamo stanziato nuovi fondi per l’accoglienza ucraina, vogliamo aiutare i rifugiati non solo ad avere una casa ma anche un lavoro e ad integrarsi nel nostro Paese. Davanti alla Russia che ci voleva divisi siamo stati uniti come Ue e alleanza atlantica. Gli italiani hanno spalancato le porte delle proprie case e delle scuole ai profughi ucraini, con quel senso di accoglienza che è l’orgoglio del nostro Paese. Continueremo a farlo, grazie al lavoro incessante e alla grande professionalità delle Regioni, dei Comuni, della Protezione Civile, degli enti religiosi, di tutti i volontari. Perché davanti all’inciviltà l’Italia non intende girarsi dall’altra parte».

Il premier ha tutte le intenzioni di trascinarci in guerra? Difesa delle posizioni ucraine ad ogni costo, ulteriori sanzioni alla Russia destinate a metterci in ginocchio se non a ridurci alla fame e persino “aiuti militari alla resistenza”, ma è davvero questo che vogliono gli italiani?

Lasciate il vostro commento per farci sapere la vostra opinione e ricordate chi tace acconsente.

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

pace in ucraina

Pace in Ucraina, ottimista Il ministro turco: accordo su 4 punti dei 6 richiesti, ma Zelensky non cede: «Senza accordo sarà terza guerra mondiale»

feltri attacca

Feltri attacca Zelensky sulla guerra in Ucraina: «Ormai è fatta a pezzi! Questo il risultato che ha ottenuto questo eroe di presidente»