in ,

Depressione e ansia per le feste? La scienza ci spiega il perché!

Depressione durante le feste

A dispetto di tutti i cliché, il Natale non è per tutti sinonimo di felicità e spensieratezza, anzi.
Durante le festività che ci traghettano verso la conclusione dell’anno vecchio possono manifestarsi sbalzi d’umore e momenti di tristezza profonda, che a volte preoccupano chi ne soffre. Depressione durante le feste

Depressione durante le feste

Potremmo parlare proprio di Depressione di Natale. É una sindrome che colpisce indistintamente persone di ogni età o sesso. Persino chi è sempre col sorriso sulle labbra e distribuisce pacchettini e dolcetti natalizi a piene mani. È quasi una forma di ribellione della nostra mente alla felicità “imposta” dai modelli televisivi e pubblicitari. Bando, dunque, a immagini artefatte da bigliettini augurali! Diciamo basta ai selfie con amici e parenti in cui ostentare il piatto di cotechino sui social. Oltre a fare a gara per l’albero o l’addobbo più kitsch di sempre. Depressione durante le feste

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

Parola alla scienza

La scienza ci viene incontro, nelle parole del dottor Giusepppe Tavormina, segretario generale di EDA (European Depression Association) e EDA Italia Onlus. Che afferma:
«Le stagioni interferiscono nettamente sull’insorgenza o riacutizzazione della depressione e delle malattie dell’umore in genere. La stagione invernale, molto più che quella estiva tende ad accentuare le problematiche depressive piuttosto che quelle euforiche/irritabili. Anche come risposta alla mancanza di una sufficiente irradiazione solare, propria dei mesi invernali che favorisce la componente depressiva dell’umore».
Si può assistere a una vera e propria sintomatologia psicofisica che comprende mal di testa, agitazione e ansia. Possono aggiungersi problemi di sonno, aumento dell’irritabilità e della litigiosità, difficoltà nella concentrazione, inappetenza (che forse può anche andar bene, in vista delle abbuffate). Addirittura in alcuni casi senso di inadeguatezza, addirittura terrore di essere “bloccati” e costretti a trascorrere tutto il proprio tempo con gente che si frequenta solo in occasione delle feste.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Giovani e anziani: i più depressi

«La depressione di Natale riconosce, dunque, una motivazione esistenziale. Tende a manifestarsi, solitamente nei giovani e negli anziani. In altre parole in persone che magari già per altri motivi hanno evidenziato, in modo più o meno palese, uno scivolamento del tono dell’umore verso il basso come ribellione al diktat di indossare una vera e propria maschera della felicità» precisa ancora il dottor Tavormina.
Proprio la solitudine o la mancanza di relazioni sociali intense (quelle dei social non fanno testo), possono aumentare il disagio. Possono dare origine all’effetto opposto, quello di isolarsi e chiudersi in se stessi.
Questo “tilt esistenziale” è legato anche al fatto di iniziare un nuovo anno, con bilanci e valutazioni che ciò comporta e la sensazione di non aver fatto abbastanza durante i 12 mesi appena trascorsi.
La pausa dal lavoro ci regala molto tempo da dedicare alle cosiddette elucubrazioni mentali, portando a far riemergere problematiche e preoccupazioni tenute lontane dagli impegni quotidiani. Questo può generare una forte ansia e paura per il futuro. Depressione durante le feste

Possibili soluzioni?

La soluzione? Aprirsi agli altri. Condividere le proprie titubanze con le persone care, accettare se stessi e i propri limiti. E soprattutto non nutrire aspettative troppo elevate per il periodo natalizio: non rivoluzionerà per nulla la vostra vita ma potrebbe aiutarvi a staccare un attimo.
«Se dopo le feste ci si dovesse accorgere che i disturbi depressivi persistono, bisognerebbe cercare aiuto e nello specifico prendere contatto con uno specialista per valutare l’inizio di una terapia ed evitare un peggioramento della sintomatologia che si sta sperimentando. Le malattie depressive non vanno trascurate, poiché prima si interviene e meglio e in maniera meno invasiva si possono curare» conclude il dottor Taormina.
In sostanza, se Babbo Natale non vi porta la gioia che speravate, regalatevi un nuovo anno in cui dedicherete maggiore attenzione e cura a capire voi stessi. Depressione durante le feste

 

Per saperne di più continuate a seguirci su Segretodonna.com

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Federica Gentile

Scritto da Federica Gentile

chef minacciata vegani

Chef minacciata di morte: ha costretto un vegano a mangiare carne

vip basse

Donna “minuta” sempre piaciuta