in , ,

Fame di followers: triste storia di un influencer al collasso

Chi di voi non ha ancora mai sentito la parola influencer? Sono sicura che tutti almeno una volta l’abbiano sentita e si siano chiesti cosa voglia dire. Blogger perde follower

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

chiara ferragniSono definiti influencer, secondo il vocabolario Zingarelli, tutti coloro i quali sono considerati personaggi popolari sul web e nei social network in grado di esercitare un influsso sulle scelte di settori dell’opinione pubblica.

In Italia nel 2017 i più sono:la blogger Chiara Ferragni al primo posto, il neo Dj Gianluca Vacchi  al secondo e il modello Mariano Di Vaio al terzo.

Possono essere considerati influencer tutti coloro i quali sono quindi in grado di influenzare appunto il proprio pubblico, o meglio i propri follower, al tal punto da invogliarli ad acquistare determinati prodotti o seguire alcune mode.

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

Mariano Di VaioLe aziende sono attratte proprio da questo loro potenziale.

Ad oggi però queste web star si sono evolute e professionalizzata a tal punto da poterle considerare come figure lavorative a tutti gli effetti.

Le grandi aziende, che da sempre hanno usato l’immagine di personaggi famosi per pubblicizzarsi, oggi chiedono agli influencer di sponsorizzarli nei loro canali social coscienti del seguito che quest’ultimi possono raggiungere.

Cosa ne ricevono in cambio? Popolarità certamente, ma anche ricompense in denaro o remunerazioni con gli stessi prodotti sponsorizzati.

L’agenzia aggancia l’influencer più indicato alla sponsorizzazione, lascia a quest’ultimo la libertà di esprimersi al suo pubblico con il linguaggio e le modalità che ha sempre usato, con l’unica precisazione: i testi e contenuti passeranno sempre sotto il loro controllo prima della pubblicazione.

Attraverso quali mezzi? Le web star prediligono Instagram soprattutto con le stories,ma anche Facebook con foto e video.


 Il caso dell’influencer pentita Lisette Calveiro

Sicuramente questo è un mondo che affascina molto le nuove generazioni native digitali, ma come in tutte le cose anche in questo caso è possibile riscontrare eccessi e negatività.

Rientra in questo caso proprio la storia della 26enne ex influencer Lisette Claiveiro che proprio in questi giorni ha deciso di raccontare la sua storia.

Tutte ebbe inizio col il suo trasferimento da Miami a New York in periodo in cui, forse complice la giovane età, decide di farsi prendere dalla movida della Grande Mela.

A soli 21 anni Lisette Claivero inizia a frequentare locali molto costosi e alla moda ed è che scatta il lei la voglia sempre più accesa di apparire.

 

Mantenere lo stile di vita pailettato del jet set americano le costa molto e lei ha a ad disposizione solo uno stipendio medio.

Decide di imporsi nell’ambiente come un influencer di successo e questo le comporta spese varie: 200 euro al mese di vestiti, ha affermato che per lei era impensabile indossare più di due volte lo stesso abito, cifre elevatissime per un qualsiasi accessorio griffato e più di 700 euro per i biglietti aeri necessari per raggiungere le location da sogno dove fare i suoi scatti.

Lisette ha condotto questa vita patinata per molti anni ma per lei non arriva il successo auspicato e le sue finanze arrivano al crollo.

La Claivero dopo aver preso consapevolezza di aver accumulato un debito di ben 10 mila dollari chiede aiuto a un coach finanziario e pentita si ritira dai social.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

 Influencer, blogger e youtubers: le ricompense

 In base al brand, alla campagna e altre variabili, il tariffario cambia.
Secondo Fabio Betti, fondatore di 2MuchTV agenzia che fa da intermediatrice fra agenzia e influencer, è però possibile tracciare delle linee guida generiche in base al loro seguito:
influencer blogger youtuber
  •  da 100mila follower possono guadagnare da 0 a 500 euro a collaborazione e spesso ricevono solo omaggi;
  •  con circa 500mila follower hanno un guadagno che può spaziare da 500 a 5mila euro;
  • i grandi, con oltre un milione accettano compensi solo a partire dei 2.500 euro fino a un massimo di 10 mila
Tutto ciò che invece concerne il mondo del fashion e della moda ha tariffari maggiori seguendo la scala tariffaria espressa prima.
gianluca vacchi da scandalo
 Che dire… i mestieri antichi muoiono e danno spazio a queste realtà 3.0 che fanno molto riflettere.

influencer blogger youtuber

influencer blogger youtuber influencer blogger youtuber influencer blogger youtuber
 Seguiteci su SegretoDonna.

blogger perde follower

blogger perde follower blogger perde follower blogger perde follower

 

 

romanzi amore preferiti

After, uno dei romanzi d’amore preferiti dai ragazzi

Le donne leggono sempre più fumetti