in ,

Nuovo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2022: via libera agli aiuti militari all’Ucraina con mezzi, materiali ed equipaggiamenti

nuovo stato di emergenza

Care amiche e amici di SegretoDonna, lo stato di emergenza sembra essere lo strumento prediletto dal Governo per procedere senza dibattito, per silenziare le voci del dissenso e anche per continuare a far passare misure più o meno costituzionali senza incontrare in pratica contraddittorio. Ecco allora che, mentre milioni di italiani sono costretti all’impossibilità di lavorare e partecipare alla vita sociale, il Consiglio dei ministri guidato da Mario Draghi ha deliberato la dichiarazione del nuovo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2022. La ragione questa volta sarebbe assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina sul territorio nazionale in conseguenza della grave crisi internazionale in atto. nuovo stato di emergenza

Lo stato di emergenza per fronteggiare ogni problema

In particolare, il provvedimento approvato dal cdm contiene una norma abilitante che, dopo una preventiva risoluzione delle Camere, consente al Ministro della difesa di adottare un decreto interministeriale per la cessione alle autorità governative dell’Ucraina di mezzi, materiali ed equipaggiamenti militari. Ieri il virus, oggi la guerra. Domani sarà forse il clima? Come mai in passato durante i nostri ‘interventi di pace’ e in altre circostanza si procedeva senza questo strumento?

La questione dei profughi

Il decreto prende, infatti, le prime misure per il lusso dei profughi previsto indirizzarsi presso il nostro Paese: in Italia soon tanti i cittadini ucraini, circa 250.000 persone. Il provvedimento prevede il rafforzamento della rete di accoglienza degli stranieri. Inoltre, si dispone che i cittadini ucraini vengano ospitati nei CAS anche indipendentemente dal fatto che abbiano presentato domanda di protezione internazionale. Università Infine, è istituito un apposito Fondo da 500 mila euro per finanziare misure di sostegno per studenti, ricercatori e docenti ucraini affinché possano svolgere le proprie attività presso università, istituzioni per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica ed enti di ricerca italiani.

E voi cari lettori cosa e pensate? Lasciate il vostro commento e fateci sapere la vostra opinione.

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

-1 points
Upvote Downvote
marc iannaro censura

«La Nato si è allargata a Est negli ultimi trent’anni» e l’inviato Rai Marc Iannaro finisce nel tritacarne

Giuseppe Palmisano

Stroncato da un malore improvviso a 44 anni lo chef Giuseppe Palmisano