in ,

«il 31 marzo si tolgano le restrizioni ideologiche altrimenti reagiremo così», l’avvertimento delle imprese italiane (MIO) al Governo

Movimento italiano per l’ospitalità

Care amiche e amici di SegretoDonna, Paolo Bianchini, presidente di MIO Italia, Movimento italiano per l’ospitalità:  «Il 31 Marzo cessato lo stato d’emergenza si tolgano le restrizioni ideologiche e si torni alla vita normale». Movimento italiano per l’ospitalità

«Il 31 marzo cesserà lo stato d’emergenza: dal primo aprile si tolgano tutte le restrizioni, che ormai hanno radici ideologiche e non sanitarie, e si torni alla vita normale, altrimenti lo faremo da soli disubbediendo». Lo dichiara Paolo Bianchini, presidente di MIO (Movimento Imprese Ospitalità) Italia, che aggiunge: «Siamo in piena stagflazione e il Governo ha il dovere di dare impulso alla nostra economia, che è sull’orlo del precipizio. Anzi, molte imprese sono già precipitate e le saracinesche chiuse per sempre sono lì a testimoniarlo».

«Draghi, Franco e compagnia – conclude Bianchini – dimostrino di esistere, facciano qualcosa di concreto. Molte forze politiche che sostengono il Governo chiedono un consistente scostamento di Bilancio, per aiutare cittadini e imprese, in un momento storico drammatico, anche sotto il profilo economico: si passi subito dalle parole ai fatti o il tempo scadrà, con ricadute sociali devastanti». Movimento italiano per l’ospitalità

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

green pass restrizioni

Restano Green pass e mascherine, è ufficiale. Il governo dà solo un contentino e richiede ‘clausola di salvaguardia’ per essere sempre pronti a stringere le maglie delle aperture

obbligo green pass

Il governo Draghi non cambia idea e resta l’obbligo del Green pass per andare a lavorare