in ,

Gli amici non sono congiunti, niente visite dal 4 maggio. Palazzo Chigi toglie ogni dubbio

Concessa la possibilità di andare a trovare anche le persone care. Ma chi esattamente? Il premier Giuseppe Conte ha parlato di "congiunti", in cui rientrano "parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili".

L’inizio della Fase 2 vede finalmente qualcosa iniziare a muoversi con la riapertura di alcune fabbriche e aziende, di bar e ristoranti per il solo domicilio e di parchi e aree verdi per passeggiare in tranquillità senza assembramenti, mantenendo le distanze e utilizzando strumenti di protezione.

Riaperti anche i cimiteri per andare a trovare i propri defunti e concessi i funerali per dare l’ultimo saluto ai cari, ma senza assembramenti con un massimo di 15 persone. Via libera anche all’attività fisica lontano da casa, ma con le dovute distanze di sicurezza.Amici no affetti stabili

Possibile visita ad amici?Amici no affetti stabili

Concessa la possibilità di andare a trovare anche le persone care. Il premier Giuseppe Conte ha parlato di “congiunti”, in cui rientrano “parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili”.Amici no affetti stabili

Amici no affetti stabili

La parola ambigua – di poco uso e non utilizzata nel codice civile – ha creato non poca confusione negli italiani. Se si pensava di poter andare a trovare chiunque, ci ha pensato Palazzo Chigi a mettere qualche paletto

Dunque, a chi si può fare visita dal 4 maggio? Via libera alle visite ai familiari consanguinei sia in linea retta che orizzontale. Vi rientrano sicuramente nonni, genitori, figli, nipoti, fratelli, sorelle, zie e cugini.Amici no affetti stabili

Anche gli “affini” rientrano tra le persone che si possono andare a trovare. Per affini si intendono i familiari che sono stati acquisiti dalla parte del proprio coniuge, quindi suoceri, cognati e nipoti acquisiti.

Incontri concessi anche per tutti coloro che hanno un rapporto giuridicamente definito, che sia un matrimonio di fatto o una unione civile. E per ultimo sono concessi gli incontri tra chi ha un legame stabile affettivo.

Tra gli affetti ritenuti stabili rientrano sicuramente i fidanzati, i compagni che convivono e le coppie di fatto. Ma il dubbio rimane ancora, gli amici rientrano tra gli affetti stabili? Palazzo Chigi ha tenuto a chiarire questo punto una volta per tutte e senza equivoci.

Gli amici, seppur siano un legame più stabile di quanto possa esserlo un rapporto di parentela, non rientrano nella categoria di affetti stabili e – quindi – non è possibile andare a trovarli con l’inizio della Fase 2.Amici no affetti stabili

Niente abbracci e lunghe chiacchierate con gli amici, l’unico modo per continuare a vederli rimane quello della videochiamata. Il tutto in attesa che dai piani alti arrivi il via libera per poter tornare a vederli di presenza.

Amici no affetti stabili

Rispettare regole sicurezza

A questo punto va anche precisato che gli spostamenti a congiunti concessi devono essere effettuati nel rispetto delle regole. Niente assembramenti familiari con tante persone, distanziamento di un metro e utilizzo di strumenti di protezione. Ciascun spostamento, inoltre, è consentito solo nello stesso comune e nella stessa regione, niente spostamenti in altre regioni se non per motivi di lavoro o salute.

Cosa ne pensate della decisione di non andare a trovare amici? Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Sophi Campailla

Scritto da Sophi Campailla

Cura sierologica Covid-19

Coronavirus: nessun decesso da un mese grazie alla cura sierologica

Spostamenti congiunti trasporti Coronavirus

Coronavirus, nuova fase 2 di ripresa: Faq, spostamenti e urgenze