in ,

A 8 anni non si può morire di botte: la triste storia di Zohra Shah

Zohra Shah massacrata

Aveva soltanto otto anni, eppure non trascorreva le giornate giocando con le bambole, né al parco con le compagne di scuola. Zohra Shah serviva come domestica presso una ricca coppia di Rawalpindi, in Pakistan.

E per una banale distrazione, oltre all’infanzia, le è stata negata la vita stessa.

I due carnefici l’hanno massacrata di botte, fino a ucciderla, perché la piccola aveva lasciato scappare due pappagallini.

Una “colpa” che nulla vale, soprattutto data la giovane età della vittima.
Purtroppo però, quella della piccola Zohra è una tra le tante tristi storie che ogni giorno viaggiano per social e notiziari. E noi di SegretoDonna vogliamo raccontarvela. Zohra Shah massacrata

Zohra Shah massacrata di botte: aveva soltanto 8 anni

Zohra ha lasciato scappare due pappagallini di proprietà della ricca coppia presso cui lavorava. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un errore di distrazione o se la piccola abbia voluto liberarli per lasciare che vivessero in libertà.

Zohra Shah massacrata

Quel che è certo è che il suo gesto, per i due carnefici, non era perdonabile.

Zohra è stata massacrata di botte e probabilmente anche violentata.

Lui, Hasan Siddiqui, si è giustificato dicendo che la prima ad andare su tutte le furie è stata la moglie Umm Kulsoom. Sarebbe stata lei a scagliarsi per prima contro Zohra, e Hasan le avrebbe poi dato una mano a punire la piccola cameriera.

Ma nella furia di quel momento, i due non si sono accorti che stavano commettendo un vero e proprio omicidio.

Solo quando si sono resi conto che Zohra era in fin di vita l’hanno portata in ospedale. Ma non c’è stato nulla da fare: Zohra è morta pochi attimi dopo.

La scoperta dei medici

Il corpicino di Zohra era ricoperto di terribili lividi: sul viso, sulle mani, sotto la gabbia toracica e alle gambe. E sembrerebbe essere piuttosto fondato anche il sospetto che la piccola sia stata vittima di aggressione sessuale, date alcune particolari ferite sulle cosce.

La coppia è stata immediatamente arrestata e si trova adesso in custodia cautelare. E all’evidenza della loro ferocia, si aggiungono anche le testimonianze dei vicini.

In molti hanno raccontato infatti che i due hanno continuato a picchiare la bambina nonostante le sue urla e i suoi pianti. Zohra Shah massacrata

La rabbia sui social

Zohra Shah massacrata

Il pubblico del web si è indignato e ha lanciato l’#JusticeForZohraShah, accompagnato da bellissimi disegni che le rendono omaggio.

E questo ha costretto il ministero per i Diritti umani pachistano a reagire con fermezza, per assicurare che i due assassini paghino a caro prezzo il loro atroce gesto, ma non solo. La morte di Zohra ha spinto il ministro dei Diritti umani Shireen Mazari a promettere una riforma della legge, in modo da annoverare anche il lavoro minorile domestico nella categoria delle “occupazioni pericolose”.

Un passo in avanti, per un Paese in cui sono circa 12 milioni i bambini che lavorano, e spesso anche illegalmente.

Noi di SegretoDonna piangiamo insieme al mondo intero la morte di questa creatura innocente. Zohra Shah massacrata

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Coronavirus mangiare sano malattie

Come combattere il Coronavirus con una dieta precisa e sana: ecco alcuni consigli fondamentali

Francesco Demartino pasticcere

Francesco Demartino e la pasticceria stellata: “Un passo alla volta raggiungo sempre i miei obiettivi”