in

Vorrei che qualcuno mi spiegasse cosa sia il perdono

Vi scrivo perché da 6 mesi circa, vivo col rimpianto di non aver lottato abbastanza e di aver ceduto il posto alla paura, perdendo così la persona più bella che io abbia mai conosciuto. Per quanto possa fingere di star bene, sento il vuoto ogni notte, ogni attimo in cui realizzo di averlo perso per sempre. La cosa che fa più male è non aver avuto il coraggio di guardarlo negli occhi e dirgli quanto ogni momento insieme mi facesse sentire migliore e, per la prima volta, soddisfatta. Non ho avuto il coraggio di dirgli che mi sono innamorata di lui quella sera, in macchina, tra le sue braccia, disegnando sui finestrini e con la sua canzone come sottofondo; mi auguro che lui possa ricordare il suo sorriso e per questo, possa “odiarmi” meno. Avrei voluto dirgli Che amo ogni suo difetto, il suo senso dell’orientamento inesistente, che amo la sua voce, le sue canzoni, le sue rughe intorno agli occhi quando ride, amo come riesce a nascondere la sua sensibilità e la sua voglia perenne di essere speciale e che amando lui, così simile a me, ho imparato ad amare un po’ più me stessa. Rimpiango tutte le cose belle che non ho saputo dire, per orgoglio, e che continuo a scrivere, lasciandole sul foglio. Sento il peso di tutti i miei “basta” che avevano il sapore di “resta e fammi sentire un decimo di quello che provo io per te”. Ho deciso di scrivervi perché vorrei che qualcuno mi spiegasse cosa sia il perdono, come potrei riuscire a perdonarmi e perdonare quella paura che mi ha negato la felicità e la stessa, che oggi, mi porta a tenere tutto dentro!

Sabrina Francalanza

Sabrina Francalanza

More Posts - Website

Ci frequentiamo da cinque mesi, ma non so se lui è sincero

GF Vip: Soleil tradisce Luca. Ecco la risposta di Giulia Latini