in

La vita è un fenomeno a tempo, destinata a spegnersi con la morte degli organismi attraverso i quali essa si manifesta

Care amiche di SegretoDonna affamate di conoscenza? Ecco per voi la nostra pillola di scienza!

Comunque si sia originata, sin dal suo apparire sul nostro pianeta la vita è stata ed è tuttora un fenomeno che può manifestarsi esclusivamente attraverso entità definite che, per quanto molto diversificate tra loro per forma, dimensioni e complessità, sono accomunate da esclusive proprietà biologiche: gli organismi viventi. La fiammella della vita si accende solo con la nascita di un essere vivente e si esprime continuamente e si mantiene unicamente con la produzione di un numero sterminato di forme che popolano gli ambiti più disparati del pianeta Terra. fenomeno vita fenomeno vita 

fenomeno vitaPerò, la vita di ciascun organismo può durare più o meno a lungo ma è comunque destinata a spegnersi con la morte, fenomeno a cui inesorabilmente sono soggette tutte le forme con le quali essa via via si va manifestando. La vita si contrappone quindi alla morte, come in un pendolo che prende il suo avvio con la nascita, evento biologico con il quale vengono accese continuamente nuove forme di vita, e si conclude con la morte che le spegne inesorabilmente restituendole alla materia inanimata. fenomeno vita fenomeno vita

 

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Il fenomeno della vita

In questa continua alternanza di nascere e morire, il fenomeno della vita si è potuto affermare sul pianeta Terra, e quindi continuare ininterrottamente sino ad oggi, grazie ad una esclusiva proprietà biologica che accomuna l’infinità di forme con cui essa si è nel tempo manifestata. Tale proprietà è rappresentata dalla riproduzione, cioè dalla capacità di tutti gli organismi portatori di vita di assicurarsi una propria discendenza con la quale continuarsi nel tempo. Destinati comunque a morire prima o poi, gli organismi viventi, dai più semplici ai più complessi, dai più piccoli ai più grandi, dai più effimeri ai più longevi, dai più deboli ai più forti, dai più poveri ai più ricchi, dai più belli ai più brutti, sono tutti accomunati anche dal fatto di essere nati da altri viventi e a loro volta di essere in grado, mediante l’atto riproduttivo, di dare origine ad una propria discendenza alla quale vengono trasmesse le proprie caratteristiche di vita.

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

La vita attraverso l’atto riproduttivo

fenomeno vitaPertanto, fare figli ha rappresentato e rappresenta l’unica possibilità che hanno tutti gli esseri viventi per alimentare e continuare nel tempo il fenomeno vita che viene meno con la loro inevitabile morte.


Variazioni sul tema per trovare il sistema più sicuro per assicurarsi una discendenza

L’essenza stessa della vita pone quindi a ciascun organismo vivente come imperativo primario la necessità ineludibile di continuarla nel tempo generando figli; infatti, tutte le altre esigenze dei viventi, pur le più importanti, sono secondarie e comunque ad essa subordinate. Prova ne è il fatto che persino nei virus, le forme più semplici attualmente a noi conosciute, l’unica attività biologica manifestata è essenzialmente finalizzata alla realizzazione del processo riproduttivo. Talmente piccoli, da 15 e 300 milionesimi di millimetro, da essere visibili solo con l’ausilio del microscopio elettronico, i virus sono le forme di vita la cui estrema semplicità strutturale impedisce loro di svolgere un proprio metabolismo energetico autonomo.

Per tale motivo queste fantastiche particelle ai confini della vita sono costrette a vivere a spese di organismi appartenenti a tutti i regni biologici e con organizzazione cellulare, dai batteri ai funghi, dalle piante agli animali, dai meno evoluti sino all’uomo.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Ma ad una determinata forma virale non è sufficiente l’incontro con un qualsiasi organismo cellulare; il rapporto virus/cellula è specifico nel senso che un dato virus può agganciarsi solo a recettori ben precisi di una data tipologia di cellula di un dato ospite. Avvenuto l’aggancio, il virus inietta all’interno della cellula ospite l’unica molecola di acido nucleico di cui è dotato e che costituisce il proprio patrimonio ereditario.

Così, alla stregua di un vero e proprio cavallo di Troia, la molecola di acido nucleico virale costringe la cellula infettata ad utilizzare le proprie strutture e la propria energia per riprodurre molte copie delle due parti che compongono il virus, molecola di acido nucleico e involucro proteico che l’avvolge.

Più frequentemente, le cellule ospiti vengono distrutte per la grande quantità di particelle virali che esse stesse hanno contribuito loro malgrado a riprodurre; a loro volta, per i virus neonati si ripropone il problema di trovare altre cellule ospiti da infettare per potersi a loro volta riprodurre. E il ciclo ricomincia. In definitiva, si può dire che i virus si riproducono per vivere e che vivono per riprodursi.  fenomeno vita fenomeno vita fenomeno vita fenomeno vita fenomeno vitafenomeno vita

Esaurita la vostra sete di Scienza? Noi di SegretoDonna speriamo proprio di no, e vi aspettiamo col nostro prossimo articolo!

affi fella nuovo lavoro

Sara Affi Fella rovinata dallo scandalo. Ecco cosa fa per vivere

Metal detector costo

A caccia di “tesori perduti”: il mondo dei metal detector a 360°