in ,

«Non vaccinerei mio figlio». Scoppia la bomba del presidente tedesco del Comitato vaccinazione Thomas Mertens

Thomas Mertens contro vaccino

Care amiche e amici di SegretoDonna, una dichiarazione fortissima, che destabilizza la sfrenata corsa alla vaccinazione per i bambini proprio mentre il Parlamento si appresta a discutere l’obbligo vaccinale, arriva un’inaspettata presa di posizione da parte di un esperto.. L’illustre virologo e presidente della Commissione permanente tedesca per le vaccinazioni (Stiko), Thomas Mertens, ha dichiarato che al momento non farebbe vaccinare il proprio bambino di sette anni contro il Covid a causa della mancanza di dati chiari sugli effetti di lungo periodo. Thomas Mertens contro vaccino

Una vera e propria bomba che ha mandato su tutte le furie l’intero sistema. Diventa, infatti, banale dirsi: «Se non lo fa lui, perché dovremmo invece vaccinare noi i nostri bambini?».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SegretoDonna (@segretodonna)

Più volte ha sottolineato come attualmente non ci siano “dati” sufficienti sulla tollerabilità del vaccino nel gruppo dei bambini di età compresa tra i cinque e gli undici anni. «Proprio perché le infezioni Covid nei bambini sono solitamente innocue, bisogna essere tanto più sicuri che la vaccinazione sia ben tollerata nel lungo periodo», ha continuato Mertens.

«Non vaccinerei i miei bambini contro il Covid, non ci sono i dati né gli studi di autorizzazione sulla compatibilità del vaccino nella fascia 5-11 anni. Non possiamo sapere nulla, al momento, su eventuali danni di lungo corso» – ha affermato Thomas Mertens nel Podcast fuer Deutschland della Frankfurter Allgemeine Zeitung. «Dobbiamo essere cauti e accertarci che il vaccino sia compatibile, non possiamo cambiare la nostra posizione in base all’umore dell’opinione pubblica».

«Le decisioni politiche sbagliate non possono essere corrette con la vaccinazione», ha dichiarato Mertens, il quale a Faz ha anche criticato il fatto che la riluttanza dei giovani di età compresa tra 18 e 59 anni a farsi vaccinare dovrebbe ora essere compensata con quella ai bambini. «Se la malattia non gioca un ruolo serio per la persona da vaccinare da un punto di vista medico, bisogna essere tanto più certi che la vaccinazione sia ben tollerata a lungo termine», ha rimarcato.

Dopo il via libera di Aifa alla immunizzazione della fascia 5-11 anni arriva anche in Italia il calendario per la vaccinazione pediatrica anti Covid. Sull’immunizzazione della fascia più giovane della popolazione il dibattito internazionale è ormai aperto, ma il governo italiano, almeno fino adesso, non sembra prendere troppo in considerazione dati e opinioni di altri esperti, come Mertens ad esempio.  Thomas Mertens contro vaccino Thomas Mertens contro vaccino

E voi cosa ne pensate?

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

Alex Soleil letto insieme

Soleil Sorge indecisa su Alex Belli, ma trascorre la notte a letto con lui

Valeria Marini occhio bendato

Svelato perché Valeria Marini ha un occhio bendato