in ,

“Selvaggia Lucarelli pettegola inacidita. Gassmann? Demente se…”. Vittorio Sgarbi contro tutti!

sgarbi gassmann
Vittorio Sgarbi litiga con tutti. Che si tratti di Coronavirus o altro poco importa. Il critico d’arte, come sempre, ci tiene a dire la sua, e nel farlo non risparmia insulti e frecciatine a chi la pensa diversamente. sgarbi gassmann

Acidità a go-go sgarbi gassmann

Tra gli ultimi bersagli, la giornalista Selvaggia Lucarelli, un’altra testa calda senza peli sulla lingua, che avrebbe definito “anziani” alcuni grandi dell’arte, del cinema e della cultura.

Sgarbi, sui social, risponde così all’opinione del giudice di Ballando con le stelle:

Volevo ricordare a una fastidiosa, selvaggia quarantaseienne che: Oliver Stone ha 74 anni, Nicola Piovani ha 74 anni, Roberto Benigni ha 68 anni, Wim Wenders ha 75 anni, Mario Draghi ha 73 anni, Bernard-Henri Levy ha 72 anni, Tahar Ben Jelloun ha 76 anni, Woody Allen ha 85 anni, Charlotte Rampling ha 74 anni, Rossana Rossanda ha 96 anni, Dacia Maraini ha 84 anni.

Sono soltanto alcuni di quelli che l’impertinente chiama ‘anziani’, ma che sono infinitamente più freschi e lucidi di lei inacidita pettegola che non ha mai visto la ‘Pietà Rondanini’ scolpita da Michelangelo ultra ottantenne“.

sgarbi gassmann

Volano, dunque, paroloni ai quali non tarderà ad arrivare risposta da parte di una sempre scatenata Lucarelli.

Nervi a fior di pelle

Ma nel frattempo Sgarbi, che è anche sindaco di Sutri, apre l’ennesima grossa polemica sulle misure di contenimento del Covid-19, stavolta con Alessandro Gassmann.

sgarbi gassmann

L’attore ha aspramente criticato l’ordinanza entrata in vigore presso la cittadina laziale, secondo la quale è prevista una multa per chi indossa la mascherina senza motivo. “Quando sei nel comune di Sutri – scrive su Twitter il figlio del grande Vittorio – governato da cosetto nervosetto, e ti fanno la multa perché porti la mascherina fuori orario, a quale distanza devi stare per mandarlo affanculo?#indicazionitecniche“. L’emoticon col dito medio chiude lo sfogo.

Su Facebook, la reazione di Sgarbi: “Il conformista Alessandro Gassmann di suo padre non ha niente. E fatica a capire che portare la mascherina passeggiando da soli o con la propria moglie è una forma di demenza. 

Non c’è niente di più contagioso di temere di contagiarsi soltanto quando si è finito di mangiare, a bocca aperta. Bisogna fingere come fanno gli attori“, continua, dando poi qualche delucidazione in più sull’ordinanza.

E conclude, dicendo: “Una cosa è certa: per andare a fare in culo è necessaria la mascherina perché non si rispettano le distanze“.

Insomma avvelenato e attaccato da più parti, Sgarbi è il personaggio del momento. E voi? Da che parte state? Diteci la vostra con un commento e continuate a seguirci su SegretoDonna!

sgarbi gassmann

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Sudore rimedi

L’eccessiva sudorazione vi mette a disagio? Ecco come liberarsene per togliere l’imbarazzo

Università test Medicina

Università, test Medicina: Codacons si scaglia contro numero chiuso. Si prevede valanga di ricorsi da parte dei candidati