in ,

AngryAngry

Vittorio Sgarbi contro la liberazione di Silvia Romano: “Lo Stato ha accettato un ricatto e favorito il terrorismo”

Polemica liberazione Silvia Romano

Il 10 maggio Silvia Romano è tornata finalmente a casa, accolta all’aeroporto militare di Ciampino dal Premier Giuseppe Conte e dal Ministro degli Esteri Luigi di Maio. La volontaria, rapita 18 mesi fa in un villaggio del Kenya, è stata liberata non molto lontano dalla capitale della Somalia.

La giovane ragazza ha affermato di stare bene, di essere stata tratta sempre bene e di non aver subito nessun genere di violenza. Si è spontaneamente convertita all’Islam e adesso il suo nuovo nome di “rinascita” è Aisha.Polemica liberazione Silvia Romano

Polemica liberazione Silvia Romano

Vittorio Sgarbi polemico contro la scarcerazione di Silvia RomanoPolemica liberazione Silvia Romano

La liberazione di Silvia Romano,tuttavia, ha destato non poche polemiche per quanto riguarda la sua “volontaria” conversione all’Islam, una sua “presunta” gravidanza, il suo “affermare” di non aver subito violenza e il prezzo del riscatto “pagato”.

Vittorio Sgarbi, sempre controtendenza, non si è lasciato scappare questa occasione per inveire ancora una volta contro il modo di agire dello Stato Italiano. Il critico d’arte ha gridato a gran voce che la giovane Silvia Romano venga incarcerata, in quanto complice dei terroristi:

“Se mafia e terrorismo sono analoghi, e rappresentano la guerra allo Stato, e se Silvia Romano è radicalmente convertita all’Islam, va arrestata (in Italia è comunque agli arresti domiciliari) per concorso esterno in associazione terroristica. O si pente o è complice dei terroristi”.

Lo stato ha favorito il terrorismo

Ma lo sfogo di Sgarbi non finisce qui! In un’intervista a Libero, ha continuato ad inveire contro il modo di agire dello Stato italiano, quello stesso Stato che tanti anni fa ha lasciato morire Aldo Moro pur di non trattare con i terroristi:Polemica liberazione Silvia Romano

Polemica liberazione Silvia Romano

“Per lo Stato italiano Silvia Romano vale più di Aldo Moro, lo dicono i fatti. Moro è morto perché le istituzioni decisero di non trattare coi terroristi, mentre in questo caso il governo ha dato 4 milioni ai carcerieri islamici. Abbiamo finanziato chi combatte l’occidente: siamo diventati complici degli jihadisti”.

“Si tratta di una vittoria umana, è chiaro, come si fa a non essere contenti della liberazione?. Però,
visto che il governo nega di aver pagato, ci dica in che modo l’hanno liberata. Abbiamo il diritto di saperlo”.

“Io non voglio sapere quanto hanno pagato, ma chi ha trattato, come si chiama, a che categoria appartiene e come hanno fatto a ottenere il risultato per via diplomatica. Tutte domande alle quali Conte ovviamente non potrà mai rispondere”.Polemica liberazione Silvia Romano

“Non dico che sia stato sbagliato pagare il riscatto, ma il fatto che lo Stato paghi i terroristi legittima qualsiasi trattativa, anche con la mafia. Se stabiliamo che la vita è più importante di tutto, allora non ha più senso parlare di trattative Stato-mafia, ma di ‘ragion di Stato’, che dunque vale per ogni situazione in cui di mezzo c’è la vita di una persona”.

“La liberazione di questa ragazza è una vittoria umana, lo ripeto, ma una sconfitta sotto tutti gli altri punti di vista. E non si può nemmeno tacere che abbiamo finanziato i terroristi mentre fino a pochi giorni fa fioccavano le multe contro chi correva da solo in spiaggia, una cosa di una demenzialità assoluta”.

Cosa ne pensate del pensiero di Vittorio Sgarbi? Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Scritto da Sophi Campailla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

Codacons: Caporetto industria. Per beni di consumo è tracollo, quelli durevoli calano del -57,1%

Rimedi occhiali appannati

La mascherina ti appanna gli occhiali? Prova questi semplici trucchetti