in , ,

Paper Girls, ragazze fantascientifiche

paper girls

Care amiche di SegretoDonna, nella nostra rubrica sui fumetti ci piace parlare di fumetti poco conosciuti o famosi nel passato che sono passati un po’ nel dimenticatoio.

Il fumetto di cui SegretoDonna vuole parlare oggi è recente, si ispira ai fumetti degli anni Ottanta e ha per protagoniste alcune bambine. Queste bambine, nel titolo dell’opera, vengono chiamate bambine di carta: Paper Girls.  paper girls 

paper girls

Paper Girls è stato ideato da Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, il fumetto è stato portato in Italia da Bao, ma non è ancora famoso quanto meriterebbe. paper girls 

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Trama e personaggi principali paper girls 

Paper Girls porta alla mente una serie TV, in onda sulla piattaforma Netflix, che si chiama “Stranger Things”: la trama ha dei punti in comune, è vero, ma non si tratta né di un plagio, né di ispirazione.

paper girls

Entrambe le opere si rifanno a una cultura fantascientifica, quasi complottara a volte, che può far pensare anche alla famosissima serie TV “The X-Files”. Questi temi sono estremamente popolari nella cultura pop statunitense, quindi questo è il motivo per cui queste opere sembrano assomigliarsi.

Il fumetto è ambientato a Cleveland, dove cinque ragazze, amiche, escono di casa: da quel momento, nella loro città accadono fenomeni paranormali, assolutamente inspiegabili. Scoprono per puro caso il segreto più grande dell’Universo.

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

Tuffo nel passato

paper girls

Uno dei punti forti di questo fumetto è lo stile anni Ottanta: gli autori hanno proprio puntato su questo fattore nostalgico per far invogliare il pubblico a leggerlo.

Nei disegni noterete la presenza di tutti quegli oggetti che sono diventati simboli degli anni Ottanta, a partire dai mitici walkie-talkie.

Anche la scelta di avere quattro protagoniste è insolita, e serve a smuovere il pubblico.

Gli autori hanno voluto puntare alla nostalgia del pubblico, da una parte, così come alla loro voglia di novità.

Come vengono rappresentate le protagoniste

Le cinque protagoniste non sono affatto personaggi piatti, o Mary Sue, quindi sono state ben ritratte e caratterizzate.

Stupisce la scelta di cinque persone comuni e comunissime, con nessuna particolare dote che spicchi al primo sguardo: gli autori hanno centrato un altro bersaglio, con la speranza che altri seguano le loro ombre.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da Ylenia Ippolito

Uomini & Donne hot: scatta il bacio per Gemma e Tina

Cosmoprof fiera beauty

Cosmoprof 2018: la fiera internazionale della bellezza