novembre 16, 2018

Panforte dolce tipico di Siena

Panforte dolce tipico di Siena

 

panforteBuondì a tutti!:) stavolta vi propongo la ricetta del Panforte, dolce tipico natalizio. Ha origini molto antiche. Anticamente veniva chiamato Pane Natalizio o Pane Aromatico o Pan Pepatus.
Preparato dagli speziali o farmacisti di allora, era un dolce solo per i nobili, i ricchi ed il clero perchè gli ingredienti che conteneva, erano molto costosi per quei tempi. i suoi ingredienti rimasero più o meno gli stessi, fino al 1879 anno in cui la regina Margherita andò in visita alla città di Siena.Per l’occasione il panforte venne preparato senza la concia di melone e con una copertura di zucchero vanigliato anziché di pepe nero. I senesi l’offrirono alla regina come “Panforte Margherita”, nome col quale questo panforte “bianco”, più delicato, è ancor oggi noto e commercializzato.Nel maggio del 2013 il Panforte di Siena ha ottenuto la certificazione IGP.

natalizi

Ingredienti

  •  450 gr. di mandorle tostate
  • 350 gr. di canditi
  • 350 gr. di zucchero
  • 250 gr. di gherigli di noci
  • 100 gr. di miele
  • 1 cucchiaio di farina
  • 2/3 chiodi di garofano ridotti in polvere
  • noce moscata q.b.
  • cannella in polvere q.b.
  • zucchero a velo q.b.
  • cialda

 

Preparazione

In una casseruola sul fuoco fate sciogliere lo zucchero ed il miele, mescolando con cura affinchè il composto non bruci, nè si attacchi. Spegnete ed unite le noci ed i canditi tritati, le mandorle, un cucchiaio di farina, un pizzico di cannella, un di chiodi di garofano ed uno di noce moscata.

Versate il composto su un tavolo di marmo o su un vassoio bagnato e stendetelo a uno spessore di 2 cm circa. Tagliate delle forme a vostro piacimento ed attorno ai bordi sistemate delle strisce di carta da forno. Adagiate le forme sulla piastra da forno, che avrete ricoperto con la cialda.

Cuocete a 120°C per circa mezz’ora. Lasciate raffreddare dopo avere spolverato le forme di panforte con lo zucchero a velo e noce moscata.tagliate infine la cialda che fuoriesce dalla base.

 

Spero che questa nuova ricetta vi sia gradita. Continuate a seguirci qui su SegretoDonna.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi