in ,

Neonati: gli stimoli che fanno crescere

Stimoli neonati: sin da quando nasce, il neonato reagisce alle stimolazioni esterne.stimoli neonati

Oramai è noto che già nel ventre materno si stabilisce una comunicazione ed un legame tra mamma e bambino, chiamato con il termine inglese “bonding”.stimoli neonatineonati

 

[ad id=”43″]

Stimolazioni

Sin da quando nasce, quindi il neonato reagisce alle stimolazioni esterne. Il gioco aiuta il nostro piccolo a crescere ed ad acquisire nuove capacità in modo spontaneo. Indispensabile però resta la relazione con chi si prende cura di lui.

Bisogna parlare al nostro neonato, con un tono di voce calmo ed affettuoso, guardandolo negli occhi. E’ utile farlo in ogni momento: quando lo cambiamo, lo nutriamo o quando lo laviamo. Nei diversi momenti della giornata è sempre bene raccontargli e descrivergli cosa facciamo: per consolidare il legame e per lo sviluppo del linguaggio. Fondamentale per il bambino per sviluppare l’attenzione: focalizzarsi sul volto della mamma e di chi si prende cura di lui. Attirato inizialmente da occhi, bocca, naso e capelli. Il contatto visivo è essenziale per lo sviluppo del sé e la fiducia in se stesso.

Importante per un neonato il contatto fisico col caregiver: deve imparare a conoscere il suo corpo ed i suoi limiti. Quando allattiamo o lo vestiamo è importante accarezzarlo. Durante e dopo il bagnetto massaggiarlo. Portarlo in braccio, magari con una fascia, durante le passeggiate. Coccole e carezze sono fonte di benessere per i nostri piccoli.

Per lo sviluppo della vista consigliati gli oggetti in movimenti da mettere sopra la culla (tipo le apine o i sonagli): il neonato li fissa e ne segue il movimento. Dal terzo mese circa, prova ad afferrarli.

I neonati apprezzano molto le filastrocche e le canzoncine. Possono anche essere recitate per uno sviluppo senso-motorio. Li stimolano e li tranquillizzano. Musiche, come i carillon sulla culla, hanno generalmente un effetto calmante. Facciamo ascoltare loro musica classica (Mozart, Bach, Beethoven, Vivaldi..,): per lo sviluppo non solo del linguaggio ma per l’apprendimento in generale.

Già dai quattro-cinque mesi è consigliato leggere ai neonati. Ci sono numerosi libri tattili o con testi molto semplici e figure colorate, cartonati resistenti facili da afferrare e più difficili da rompere, pensati per i più piccoli. Anche qualche fiaba breve può essere gradita.

[ad id=”43″]

Conlcusioni

Bisogna stimolare la loro fantasia. Importante che i giochi siano semplici e lascino spazio alla creatività del piccolo. Lasciarli provare e sperimentare.stimoli neonati

volontario cesvi

Cosa fai a Natale? Diventa volontario Cesvi!

La Distanza – la graphic novel di Baronciani e Colapesce