in ,

Paracapezzoli: i miglior consigli durante l’allattamento!

Migliori paracapezzoli allattamento

L’allattamento al seno spesso può provocare ragadi o piccole ferite, a volte molto dolorose e fastidiose. È per questo che si consiglia di utilizzare i paracapezzoli: per impedire che essi si formino, ma anche per rimarginarle, qualora spuntassero, cosicché da non costringervi a fermare l’allattamento del vostro pargolo. Migliori paracapezzoli allattamento

State sempre attenti che non contengano nichel, (anche solo per non alterare il sapore del latte) e altri elementi che possa provocare allergie varie. Inoltre, meglio che siano 100% made in Italy.

La taglia Migliori paracapezzoli allattamento

Importante è la scelta della taglia, onde evitare che essi non aderiscano perfettamente. Importante è anche farsi dare una custodia, così da portarli anche comodamente in borsa e sempre con sé, anche quando si è fuori casa.

I materiali migliori

I consigli circa il materiale da preferire è quello in silicone per quanto concerne il prezzo, sebbene ne esistano anche in argento (molto più igienico), e persino in caucciù!

Quelli in caucciù

Quelli in caucciù sono quelli da evitare di più, dato i numerosi difetti che hanno. Per prima cosa tendono a sformarsi più facilmente dopo la sterilizzazione e inoltre trattengono la polvere e ogni sporcizia, pertanto non sono raccomandati per quanto concerne l’igiene.

Quelli in silicone

Sono sicuramente una scelta migliore rispetto a quelli sopra descritti, sia perché non si deformano dopo la sterilizzazione e sia perché sono di più facile pulitura. Ricordiamo che la sterilizzazione avviene direttamente con acqua semi bollente.

Inoltre, il silicone è uno dei materiali più inodore e insapore, pertanto, essendo inoltre sottile e morbido. L’unico inconveniente si pone quando il piccoletto inizia a mettere su i primi dentini, in quel caso potrebbe capitare che si buchi.

Quelli in argento Migliori paracapezzoli allattamento

Utilizzati più nel passato. Essendo in argento erano poco raccomandati a causa sia dell’odore e del sapore ma anche per la durezza e spessore, per tale motivo adesso, di solito vengono solamente placcati in argento.

Migliori paracapezzoli allattamento

Come si mettono

Basta metterli sotto al reggiseno. Non è necessario nemmeno utilizzare creme di nessun tipo.

Quelli a farfalla Migliori paracapezzoli allattamento

I paracapezzoli nascono a forma tondeggiante, ma adesso è nata la moda di quelli a forma di farfalla, poiché sono i migliori per far aderire di più la bocca al capezzolo. Insomma, mantiene un maggiore contatto con la pelle della madre, sentendo così di più l’odore e il calore della madre.

Per quanto tempo si devono usare?

In realtà per quanto riguarda il tempo, non c’è una regola fissa, tenete presente che se li utilizzate per curare ferite già preesistenti, bastano due giorni. Ma meno si tengono e meglio è, poiché molti esperti ritengano sia utile utilizzarli in meno possibile, per preferire sempre un contatto più naturale possibile. Migliori paracapezzoli allattamento

Insomma, aboliteli in prima possibile e soprattutto quando sia voi che il piccolo può farne a meno…

Continuate a seguirci sempre su: SegretoDonna!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Fumetti donne protagoniste

La creatività è “donna”: la figura femminile nel mondo dei fumetti

Crisi De Lellis Iannone

Storia al capolinea per Giulia De Lellis e Andrea Iannone. Ritorno di fiamma con Damante?