in ,

Occhio alle uova, come leggere il codice sul guscio nel modo corretto

Leggere codice uova

Care amiche di SegretoDonna, oggi vi parliamo delle uova, un alimento che non manca mai nelle nostre case. In particolar modo vi spieghiamo come leggere il codice stampato sul guscio di ciascun uovo.Leggere codice uova

Le uova sono uno di quegli alimenti che non mancano mai sulla tavola degli italiani! Che le si mangi sode, strapazzate, a occhio di bue, alla coque o sotto forma di frittata, le uova mettono d’accordo quasi tutti.

Leggere codice uova

Tuttavia, seppur buone, le uova possono essere pericolose per l’uomo se non se ne conoscono bene le origini. Ecco perchè dal 2004 è diventato obbligatorio mostrare sui gusci delle uova alcune informazioni che vengono trascritte sotto forma di codici.

Quando andiamo al supermercato, alla bottega di fiducia o da un allevatore per acquistare le uova è importante prestare attenzione al codice che appare sui gusci delle uova. Ma come leggere le informazioni contenute nel codice?Leggere codice uova

Come leggere il codice delle uovaLeggere codice uova

Numeri e lettere che vengono stampati sul guscio delle uova hanno un significato bene preciso che dice tanto sulle uova. Sono come un biglietto da visita che ci da informazioni sull’origine e sulla qualità del prodotto acquistato.Leggere codice uova

Ma come leggere il codice delle uova? Ciascun codice è costituito da cifre e lettere. Il primo numero che incontriamo sta ad indicare il tipo di allevamento in cui si trovano le galline. Possiamo avere 4 modalità di interpretazione:

Leggere codice uova

  • 0, allevamento biologico: Le galline sono allevate all’aperto in totale libertà e nutrite con mangimi biologici e vegetazione. Solitamente si ha 1 gallina per ogni 10mq.
  • 1, allevamento all’aperto: Le galline sono allevate all’aperto, si nutrono sia di vegetazione che di mangime. Solitamente si ha 1 gallina ogni 2,5mq.
  • 2, allevamento a terra: Le galline sono allevate a terra in capannoni coperti con luce sempre accesa e nutrite prettamente con mangimi. Solitamente si hanno 8 galline in 1mq.
  • 3, allevamento in gabbia: Le galline sono allevate in delle gabbie e nutrite con mangimi. Solitamente si hanno 25 galline in 1mq.

Le due lettere, che seguono dopo il primo numeretto, indicano il Paese di origine del prodotto. Poi abbiamo altre tre cifre che stanno ad indicare il comune di produzione. Andando più avanti nella lettura del codice ci imbattiamo in altre due lettere che indicano la provincia di produzione. Infine, le ultime cifre ci rivelano il codice dell’azienda agricola in cui è situato l’allevamento.

Altre informazioni sulle uova

Il codice stampato sulle uova è già un ottimo bigliettino da visita delle uova. Tuttavia, se vogliamo avere qualche informazione in più sulle uova, basterà leggere attentamente i dati inseriti nella confezione.Leggere codice uova

Importante che ci sia sempre la data di scadenza delle uova. Accanto a quest’ultima troviamo sempre descritta anche la grandezza e il peso delle uova, che viene rappresentato così:

  • S – Uova Piccole (il loro peso è inferiore ai 52 gr)Leggere codice uova
  • M – Medie (il loro peso va dai 53 gr fino ai 62 gr)
  • L – Grandi (il loro pesa va dai 63 gr fino ai 72 gr)
  • XL – Grandissime (il loro peso parte dai 73 grammi)

Leggere codice uova

Come ultima cosa troviamo anche la categoria di appartenenza delle uova che può essere A (uova fresche), B (uova di seconda qualità o conservate) o C (uova declassate destinate all’industria alimentare).

Adesso, quando comprerete le uova, saprete leggere il codice per scegliere le uova migliori. Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Sophi Campailla

Scritto da Sophi Campailla

Adele magra dimagrimento Sirt

Adele diventa un’altra persona: il cambiamento totale della cantante grazie alla dieta Sirt

Codacons: Caporetto industria. Per beni di consumo è tracollo, quelli durevoli calano del -57,1%