in ,

Le intermittenze della morte – José Saramago

recensione libri saramago

Cos’accade quando la morte improvvisamente decide di scioperare e lasciare l’uomo nell’incapacità di gestire un’eternità infinita? recensione libri saramago recensione libri saramago recensione libri saramago

recensione libri saramago

[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

E’ l’inizio da cui prende vita il romanzo  ” Le intermittenze della morte “ di José Saramago e che darà il via a una serie di avvenimenti che catapulteranno il lettore in un paese non ben definito.

E se l’inizio appare semplice e la narrazione resta in sordina, già dopo poche pagine ritroviamo lui, José Saramago, diretto e preciso, che accarezza cuore e mente con le sue frasi lineari, la sua punteggiatura fuori regole, e ci mette davanti cose che solo all’apparenza sono ovvie, racchiudendo invece un significato profondo.recensione libri saramago

Allo scoccare della mezzanotte di un 31 dicembre, s’instaura l’eternità, perché nessuno muore più. Questo crea negli uomini un senso di smarrimento perché per quanto faccia paura, la morte rappresenta l’unica certezza nella propria esistenza.

E cosa c’è oltre la morte se non la morte della stessa, una morte suprema che permea ogni cosa creata su questo e negli altri universi.

Ma se la morte si prende una vacanza, tutto quello che da essa deriva, invece, sembra continuare normalmente il proprio corso.

Le malattie avanzano, gli incidenti si susseguono, la vecchiaia incombe.

Immediatamente il paese si ritrova a dover fronteggiare un numero sempre più crescente di persone per le quali la morte sarebbe una naturale liberazione.

Anche socialmente, gli abitanti sono costretti a subire dei disagi impensabili: gli ospedali traboccano di malati terminali, l’industria mortuaria con tutto il suo indotto si ritrova improvvisamente senza lavoro, gli edifici sono adibiti a ospizi per ospitare i vecchi che da quel momento in poi non faranno che invecchiare eternamente.

La Chiesa stessa senza la morte, e il timore di essa, si trova improvvisamente senza una motivazione reale per la sua sussistenza. Lo spauracchio della morte, dell’incontro con il Padre Eterno, rappresenta il cardine della fede degli essere umani.

Insomma quello che la filosofia illustre dell’eternità ha sempre rappresentato per l’uomo, si rivela come l’ennesima beffa della vita, tanto che gli abitanti di quel paese decideranno di portare i propri cari, moribondi, ma destinati all’eterna agonia, oltre il confine, dove tutto procede regolarmente.

Anche la Mafia che prima gestiva le pompe funebri si rinnoverà iniziando a controllare il traffico di morti viventi da un paese all’altro, sotto lo sguardo cieco delle autorità, che lasciano proseguire, per non dover fronteggiare il problema direttamente.

recensione libri saramagoMa la morte (utilizzando il minuscolo come lei stessa vorrebbe), compreso forse il suo enorme potere, decide di sospendere lo sciopero, facendosi annunciare, da quel momento, all’interessato attraverso una lettera di color viola.

Ecco il nuovo sconvolgimento che renderà ancora una volta instabile il paese.

Una morte a tempo, per concedere agli uomini, di terminare le ultime faccende terrene, prima di lasciare del tutto la propria esistenza.

Tutto torna a scorrere secondo nuove regole, sino a quando, una delle missive indirizzata a un musicista, torna al mittente.

Cosa è accaduto? La morte sarà costretta per la prima volta a prendere sembianze umane, e con esse le fragilità tipiche degli esseri mortali.

Il finale lascia senza fiato, un’armonia sublime, chiusa nelle ultime pagine da Saramago.

Una storia che, nella sua assurdità, quasi alla maniera di Gogòl, si dipana attraverso una lucida razionalità e troverà alla fine un significato profondo: non un inno alla morte ma una meravigliosa celebrazione della vita.

di ©A.Cerami

Individuiamo fra le edizioni interessanti quella della Feltrinelli e dell’ Einaudi del romanzo di Saramago.

Continuate a seguire SegretoDonna per le nostre recensioni.

recensione libri saramago recensione libri saramago recensione libri saramago recensione libri saramago

 

 

 

 

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da Aski Cocu

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

ricette spuntino gustose torte salato

5 spuntini molto golosi da provare

Emma Marrone lesbica

Vacanze di coppia per Emma Marrone: a farle compagnia c’è una lei