in ,

Zelig, chi è Giuseppe Giacobazzi? “Mi hanno condannato per errore”

Giuseppe Giacobazzi Zelig

Care amiche e amici di SegretoDonna Giuseppe Giacobazzi, all’anagrafe Alessandro Sasdelli, attore e cabarettista italiano, noto soprattutto grazie allo show Zelig tornato in onda ieri sera dopo un’assenza di 5 anni. Alla conduzioni Claudio Bisio e Vanessa Incontrada, Giuseppe Giacobazzi Zelig

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Giacobazzi (@giacobazziofficial)

É nato ad Alfosine, in Emilia Romagna, il 19 febbraio 1963. Oggi ha 58 anni e i suoi personaggi sono tutti caratterizzati da un marcato accento romagnolo. Lo pseudonimo Giacobazzi è stato ripreso da una nota azienda vinicola della zona.

Prima di diventare un noto comico ha tenuto una rubrica telefonica per una piccola stazione radio nella provincia di Ravenna; qui interpretava un contadino semianalfabeta, ma amante della poesia.

Fu scoperto dal comico Duilio Pizzocchi offrendogli la sua prima occasione per esibirsi in tv: dal 2005 al 2012 il comico è entrato ufficialmente a far parte del cast di Zelig e ha poi collaborato con i Gem Boy nei loro brani Titanic e Luna Pork. Nel 2008 lo abbiamo visto nel cast di Don Matteo.

Lo scandalo Giuseppe Giacobazzi Zelig

Giuseppe Giacobazzi nel 2011 è stato condannato a un anno e quattro mesi di carcere per spaccio e presunto possesso di cocaina: “Mi hanno condannato per errore”. In seguito, però, il comico è stato rilasciato con formula piena poiché i fatti non sussistevano.

La famiglia

Sappiamo molto poco della vita privata di Giuseppe Giacobazzi. Si è sposato dal 1997 con sua moglie e la coppia ha avuto una figlia, Arianna, nata grazie alla fecondazione assistita. Il comico è così diventato padre all’età di 50 anni e si è detto felicissimo di aver potuto fare questa esperienza ed essere finalmente diventato padre: lui e sua moglie, infatti, hanno fortemente e a lungo voluto un bambino, realizzando così il loro sogno di allargare la famiglia. Giuseppe Giacobazzi Zelig Giuseppe Giacobazzi Zelig

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

teo teocoli zelig

Teo Teocoli a Zelig, la standing ovation per il ritorno sul grande palco dopo la malattia

carlo freccero greenpass

Carlo Freccero: «I No vax non sono fascisti, non fare di tutta l’erba un fascio».«Green Pass sarà a vita, per controllarci»