in ,

Recensione film Life – Non oltrepassare il limite: Patos e fantascienza al cinema!

Life – non oltrepassare il limite è il settimo film diretto dal regista svedese di origine cilena Daniel Espinosa. Dopo l’anticipo di ben due mesi sulla data prevista, la pellicola è approdata nelle sale cinematografiche italiane il 24 marzo.

film life deludente film life deludente film life deludente

[ad id=”43″]

Trama

recensione film Life Tramite una sonda i protagonisti sono riusciti a rilevare un campione che prova l’esistenza della vita extraterrestre su Marte: un organismo unicellulare che attesta una forma di vita “dormiente”.

Viene posto all’interno di una “incubatrice” e tramite delle sollecitazioni chimiche, fatte dal biologo di bordo, viene risvegliata. La neonata forma di vita raccolta sul pianeta cresce più veloce del previsto e dimostra più intelligenza e pericolosità di quanto pensasse l’equipaggio.

L’evoluzione precoce e inaspettata dell’essere vivente a bordo causerà non pochi problemi ai personaggi.

Cast

Jake Gyllenhaal: Medico dell’equipaggio David Jordan

Rebecca Ferguson: Ufficiale della spedizione Miranda North.

Ryan Reynolds: l’ingegnere Roy Adams

Hiroyuki Sanada: il tecnico Sho Kendo

Ariyon Bakare: il biologo Hugh Derry

Olga Dihovichnaya: il comandante Katerina Golovkin

Considerazioni

Il regista Daniel Espinosa ha  apertamente dichiarato di essersi ispirato a dei grandi classici del genere quali 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, Solaris di Andrei Tarkovsky e soprattutto Alien di Ridley Scott. Tuttavia a differenza di queste pietre miliari, Life – Non oltrepassare il limite, si inserisce in una realtà sicuramente più veritiera e vicina alla scienza esistente, discostandosi da una fantascienza assurda.

Nel momento in cui inizia la caccia dell’alieno, che si svilupperà fino a diventare un essere letale, parte la successione di alcune scene horror che accendono nello spettatore un senso di patos e terrore.

Il problema che si riscontra nell’insieme della pellicola è la mancanza di una convincente evoluzione narrativa e un carente quadro dei personaggi, molto spesso lasciati a loro stessi e protagonisti di gesti insensati, che tuttavia risultano importanti ai fini dello sviluppo della storia.

Curiosità

L’idea del film è nata il giorno in cui Mars Curiosity è atterrato su Marte

Jake Gyllenhaal ha accettato di interpretare il dottor David Jordan perché affascinato dal copione e come piccolo omaggio a suo nonno che faceva il medico.

Per ricreare in modo realistico il mondo della SSI e dare un volto verosimile all’ alieno sono stati consultati esperti di medicina spaziale e altri scienziati.

Molte delle persone che si sono occupate degli effetti speciali e delle scenografie avevano già partecipato alle riprese di  GravityInterstellar e Sopravvissuto – The Martian.

[ad id=”43″]

La citazione

“il primo contatto che avremo con una forma di vita extraterrestre può determinare il corso dei nostri successivi rapporti. Non dimentichiamoci del letale impatto che abbiamo avuto su innumerevoli popoli di questa terra. Che si sono fidati di noi, che ci hanno accolti, e che abbiamo distrutto con la nostra avventatezza.”

Spero che questo nuovo articolo sia stato di vostro gradimento. Continuate a seguirci qui su SegretoDonna.

Per saziare tutte le vostre curiosità sul mondo del cinema vi rimandiamo a Cinemondium, nuovo portale interamente decicato al mondo del cinema.
film life deludente film life deludente film life deludente film life deludente

film life deludente

Trovato metodo per fare innamorare il ragazzo che desideri: la molecola dell’amore!

Cosa ci fa Vin Diesel ad Aci Trezza: l’attore è stato pizzicato sul lungomare della bellissima città di Catania