in ,

Ragazzi Down insultati in pizzeria: «Ci fanno vomitare, non vogliamo cenare con loro vicini»

Down insulti pizzeria

Quello che a prima vista può sembrare uno scherzo di cattivo gusto, o un fake evidente, purtroppo è veramente accaduto.  Down  insulti pizzeria

Il fatto Down insulti pizzeria

Pochi giorni fa, precisamente il 23 dicembre 2019, in una pizzeria a Filadelfia (un piccolo paesino di soli cinque mila abitanti) in provincia di Vibo Valencia (Calabria) è accaduto il tutto.

Tre ragazzi con la sindrome di Down, si siedono e ordinano delle pizze e delle birre, accompagnati dalla madre di uno dei ragazzi che così infine si è espressa:

“Mortificante, non potevo credere ai miei occhi”.

Tutto inizialmente sembrava andare per il verso giusto, finché ad un certo punto, una famiglia composta da madre, padre e figlia, si alza dal tavolo indignata, lamentandosi del fatto che cenare vicino ai tre ragazzi le faceva venire il voltastomaco; ma senza nessun motivo, dal momento che i tre ragazzi non avevano fatto assolutamente niente di male!

Anche i proprietari della pizzeria si sono sentiti profondamente sconcertati, sì, ma delle lamentele di quella famiglia che non contenta ha continuato dicendo: “Comprendiamo la malattia ma mangiare accanto a loro proprio no. A Roma queste cose non succedono”.

Down insulti pizzeria

I 3 ragazzi

I tre ragazzi ventenni sono inseriti in un percorso di autonomia che prevede l’educazione del singolo attraverso particolari esperienze di vita quotidiana. Un progetto che presenta un aiuto economico da parte del comune.

Francesco Conidi Down insulti pizzeria

A raccontare la vicenda è stato Francesco Conidi, tramite Facebook.

Costui è il responsabile del Club Dei Ragazzi Filadelfia, che così ha scritto:

“Il comportamento di questa famiglia, incivile e del tutto disumano, ha profondamente offeso i nostri ragazzi e tutta la comunità di Filadelfia, da sempre sensibile e attenta al tema dell’inclusione. C’è da augurarsi che questi siano episodi isolati e destinati all’estinzione, anche se è sconfortante prendere atto che alle soglie del 2020 a una persona possa essere negata la libertà di cenare con gli amici, in tranquillità, senza subire offese di questo tipo, solo perché ha la sindrome di down”. Down insulti pizzeria

Continuate a seguirci sempre su: Segreto Donna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

Sla bloccata topi

SLA: malattia bloccata nei topi con una sola iniezione

Rosso Capodanno significato

Rosso a Capodanno, perché indossiamo qualcosa di rosso l’ultimo dell’anno?