in ,

Coronavirus: virus sotto controllo, ma persistono focolai

Coronavirus rt basso

Ci troviamo nella piena Fase 3 dopo l’emergenza Coronavirus, oramai abbiamo ripreso la vita di tutti i giorni, verso quello che si prospetta essere un lento e graduale ritorno alla normalità.

In quella che è stata una vera e propria lotta contro il virus, la data del 18 maggio ha rappresentato un grande traguardo. Proprio in questa data abbiamo ottenuto la fine del lockdown, quello che è stato definito come “liberi tutti”.Coronavirus rt basso

Tutti gli esperti erano scettici riguardo a questa riapertura, in quanto convinti che questa avrebbe portato ad un’aggravarsi della situazione in Italia. Fortunatamente non è stato così e a dimostrarlo sono i dati.

Non abbassare la guardiaCoronavirus rt basso

L’Istituto Superiore di Sanità e il Ministero della Salute hanno monitorato gli indicatori durante la Fase 2, in particolare nella settimana che va dal 25 al 31 maggio. Gli esiti del monitoraggio, pubblicati in un report, sono molto positivi e fanno sperare che il peggio sia passato.

In tutta Italia si registra un valore di Indice di Contagiosità (Rt) al di sotto di uno. Dato nettamente positivo, ma non bisogna abbassare la guardia perchè continuano ad esserci piccoli focolai sparsi qua e là in tutta Italia:Coronavirus rt basso

Coronavirus rt basso

“La stima dell’indice di trasmissibilità (Rt) per data inizio sintomi nel periodo dal 12 al 25 maggio, calcolato al 3 giugno 2020, mostra valori medi al di sotto di 1 in tutte le Regioni e Province autonome.

Per quanto riguarda la stima dell’Rt, si sottolinea che quando il numero di casi è molto piccolo possono verificarsi temporanee oscillazioni a causa di piccoli focolai locali, senza che questo rappresenti necessariamente un elemento preoccupante.

Il quadro generale della trasmissione e dell’impatto dell’infezione da Sars-CoV-2 in Italia è favorevole. Con una generale diminuzione nel numero di casi ed un’assenza di segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali.

Persiste, in alcune realtà regionali, un numero di nuovi casi segnalati ogni settimana elevato seppur in diminuzione. Questo deve invitare alla cautela in quanto denota che in alcune parti del Paese la circolazione di Sars-Cov-2 è ancora rilevante.

Sono documentati focolai di trasmissione attivi. Tale riscontro, che in gran parte è dovuto all’intensa attività di screening e indagine dei casi con identificazione e monitoraggio dei contatti stretti, evidenzia tuttavia come l’epidemia in Italia di Covid-19 non sia conclusa”.

Misure funzionanti, ma continuare a monitorare

I dati positivi del monitoraggio denotano una buona riuscita delle misure di lockdown messe in atto dal governo. Tuttavia si deve continuare a prestare attenzione, monitorare e ad andare alla ricerca dei potenziali casi che possono essere veicolo del virus:

“Le misure di lockdown in Italia hanno effettivamente permesso un controllo dell’infezione da Sars-Cov-2 sul territorio nazionale pur in un contesto di persistente trasmissione diffusa del virus con incidenza molto diversa nelle 21 regioni e province autonome.

Necessario mantenere elevata la resilienza dei servizi territoriali per continuare a favorire la consapevolezza e la compliance della popolazione, realizzare la ricerca attiva e l’accertamento diagnostico di potenziali casi, l’isolamento dei casi confermati, la quarantena dei loro contatti stretti. Queste azioni sono fondamentali per controllare la trasmissione ed eventualmente identificare rapidamente e fronteggiare recrudescenze epidemiche.Coronavirus rt basso

Questo richiede il rispetto rigoroso delle misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico”.

Finalmente, dopo mesi duri, iniziano ad arrivare le prime notizie positive. Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Scritto da Sophi Campailla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

Tatuaggi famiglie Stitch frase

Le più belle frasi da tatuarsi sul corpo: per la famiglia e l’amor proprio

Flauti ripieni ricetta

Flauti ripieni fatti in casa: la ricetta perfetta per ottenerli soffici come quella della Mulino Bianco