in ,

Coronavirus, virus in Cina già ad agosto. La sorprendente scoperta da Harvard

Coronavirus diffuso Cina agosto
WUHAN, CHINA - FEBRUARY 10: A man wears a protective mask as walk in street on February 10, 2020 in Wuhan, China.2020 in Wuhan. Hubei province,China. Flights, trains and public transport including buses, subway and ferry services have been closed for the nineteenth days . The number of those who have died from the Wuhan coronavirus, known as 2019-nCoV, in China climbed to 909. (Photo by Stringer/Getty Images)

Sulla comparsa del virus ci sono stati diversi dibattiti: è partito dalla Cina oppure no? Nato in laboratorio oppure no? Recenti ricerche condotte da studiosi hanno confermato entrambe le ipotesi.Coronavirus diffuso Cina agosto

Dubbi sono sorti anche sul periodo della sua diffusione. Si è sempre detto che il virus è apparso intorno a dicembre, ma adesso si parla anche di agosto.

Questo è quanto emerge da un nuovo studio condotto dalla Harvard Medical School, Boston University of Publich Health e Boston Children’s Hospital. Gli studiosi hanno raccolto nuovi dati che testimoniano che il Coronavirus esistesse e fosse diffuso in Cina prima che la malattia venisse riconosciuta dalle autorità competenti.

Le immagini satellitariCoronavirus diffuso Cina agosto

Lo studio, riportato sul Guardian, è basato su due indicatori fondamentali: le immagini satellitari e le ricerche sul browser Baidu.

Osservando le immagini satellitari – in particolar modo delle zone adiacenti a sei dei più importanti ospedali di Wuhan – si può notare come si sia verificata una forte impennata del numero dei veicoli presenti fuori dagli ospedali.

A partire da agosto 2019 e con un picco a dicembre 2019, cinque dei sei ospedali analizzati dalle immagini satellitari hanno visto aumentare il numero giornaliero di automobili.

Coronavirus diffuso Cina agosto

Prendendo come punto di riferimento le immagini relative ad ottobre 2018, nel parcheggio dell’ospedale Tianyou, c’erano 171 veicoli parcheggiati; proprio un anno un anno dopo se ne sono contati 285 nello stesso parcheggio, ovvero il 67% in più, e un aumento del 90% del traffico negli stessi periodi in altri ospedali di Wuhan.

Inoltre, si può fare riferimento anche alle ricerche effettuate sul browser Baidu. Circa 3 settimane prima del picco dei casi confermati in Cina per Coronavirus alla fine del 2019, anche un boom di ricerche per le parole “diarrea” e “tosse” – sintomi gastrointestinali che ormai vengono correlati tra gli indicatori di Covid-19.

La parola all’esperto

Stando a quanto riportato alla Abc News da John Brownstein, che è a capo dello studio:

“Anche se non possiamo confermare che gli aumentati volumi riscontrati siano direttamente legati al nuovo virus, le nostre evidenze supportano altri precedenti lavori che hanno mostrato che il virus è emerso ben prima della sua identificazione nel mercato di Huanan.Coronavirus diffuso Cina agosto

Questi risultati corroborano anche l’ipotesi che il virus sia originato naturalmente nel Sud della Cina e che potenzialmente circolava già quando è stato individuato il focolaio di Wuhan. Stava succedendo qualcosa in ottobre. Chiaramente, un certo livello di disagio sociale si stava verificando ben prima di quanto venne identificato l’inizio della nuova pandemia di coronavirus”, conclude.

Naturalmente lo studio di Brownstein è arrivato anche in Cina, che – secondo qanto riportato da Bbc – ha prontamente additato questa ricerca come ridicola:

Coronavirus diffuso Cina agosto

“E’ ridicolo, incredibilmente ridicolo arrivare ad una conclusione del genere basandosi su osservazioni così superficiali come l’aumento del traffico”.

Cosa ne pensate? Verremo mai a capo di tutta la verità? Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Sophi Campailla

Scritto da Sophi Campailla

Coronavirus mangiare sano malattie

Come combattere il Coronavirus con una dieta precisa e sana: ecco alcuni consigli fondamentali