in ,

Con la coppetta mestruale avere il ciclo non sarà più un problema

Coppetta mestruale

Care amiche di SegretoDonna, oggi vi parliamo di un oggetto che semplificherà la vita di noi donne e renderà più piacevole sopportare il tanto detestato ciclo: la coppetta mestruale.

Sebbene non sia ancora molto diffusa tra le donne, che prediligono il caro e vecchio assorbente interno od esterno che sia, la coppetta mestruale è una valida alternativa ecologica e anche economica.Coppetta mestruale

Cos’è la coppetta mestrualeCoppetta mestruale

Come si evince dalla parola stessa, la coppetta mestruale non è altro che un oggetto a forma di “coppa” che va messo all’interno della vagina durante il ciclo per raccogliere tutto il fluido mestruale.

Coppetta mestruale

Ciò che la rende diversa da un comune assorbente è il diverso scopo. Mentre l’assorbente serve ad assorbire il fluido mestruale, la coppetta lo raccoglie al suo interno. Proprio per questa sua funzione di contenitore mestruale, la coppetta è soggetta a pareri contrastanti.

Da un lato c’è chi la venera, reputandola come la salvezza di tutte le donne; dall’altro lato c’è invece chi la critica in quanto scomoda e poco igienica. Com’è giusto che sia ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro. Coppetta mestruale

Sicuramente sono più le cose positive che negative riguardo la coppetta mestruale. Innanzitutto è eco-sostenibile, aiuta l’ambiente e non inquina, in quanto va riutilizzata ogni volta e non buttata nella spazzatura.

Sarà un risparmio economico per le vostre tasche! Non costa un occhio della testa come un pacco di assorbenti. Ha un costo che varia dai 10 ai 35 euro per una durata di circa di 10 anni per quelle in silicone e TPE.

Vi offrirà una maggiore sensazione di leggerezza e libertà nei movimenti, ottima per chi pratica sport o a chi dà fastidio sentire la presenza dell’assorbente. Inoltre non irrita la vostra pelle e si evitano arrossamenti.Coppetta mestruale

Coppetta mestruale

L’unico svantaggio, se così lo possiamo definire è “capire” la nostra coppetta mestruale, ovvero capire il modo perfetto di inserirla per evitare all’inizio piccole perdite e capire quando va svuotata. Per poter ovviare a questi problemi dobbiamo conoscere il nostro corpo e il nostro flusso mestruale. Dopo le prime volte in cui magari si può sbagliare, pi sarà un gioco da ragazzi inserirla e toglierla e siamo sicure che non ne vorrete più fare a meno.

Un’altra cosa che si può reputare fastidiosa è la scomodità di cambiare la coppetta quando si è fuori. Chi riesce a farlo in piedi sta più serena, chi ha bisogno di accovacciarsi o stare seduta sul wc avrà qualche difficoltà in più.Coppetta mestruale

Come scegliere la coppetta mestruale

Esistono principalmente due tipi di coppette mestruali: quelle in silicone medicale o quelle in TPE. In entrambi i casi si tratta di coppette ipo-allergeniche e prive di lattice, estremamente morbide e flessibili. Abbiamo anche le coppette vaginali usa e getta che dal materiale e dalla forma assomigliano ad un preservativo. CoCoppetta mestrualeppetta mestruale

Coppetta mestruale

Una delle difficoltà della coppetta mestruale è la scelta della giusta tipologia che fa per noi, perchè ognuna di noi è diversa e la coppetta deve adattarsi alle nostre esigenze. Per poter scegliere al meglio la coppetta mestruale che fa per noi bisogna tenere conto dell’età, del fatto di aver partorito o meno, del nostro pavimento pelvico, del nostro flusso e della grandezza della coppetta.

Le coppette esistono di diverse taglie, le più diffuse ed utilizzate sono la taglia S o taglia 1 e la taglia L o taglia 2, ma c’è anche una taglia intermedia M. In cosa differiscono? La coppa di taglia S è più piccola e meno capiente, quella di taglia L è più grande, infine la taglia M è una giusta via di mezzo tra le due precedenti taglie.

Coppetta mestrualeSulla scelta della coppetta influisce molto anche il nostro flusso, ecco perchè diventa indispensabile conoscersi bene e conoscere il nostro flusso mestruale. Un flusso abbondante richiede coppette più grandi e capienti, un flusso ridotto al contrario necessita di una coppetta più piccola

Le coppette più grandi sono consigliate a chi ha al di sotto dei 30 anni, non ha mai partorito ed ha un flusso leggero. Le coppette più grandi, invece, vanno bene per le done al di sopra dei 30 anni,che hanno già partorito e che hanno un flusso abbondante.Coppetta mestruale

Attenzione anche alla flessibilità della coppetta, ne esistono di più rigide e meno rigide. Le più rigide sono scelte da chi ha già dimestichezza, quelle più morbide vanno bene per chi è alle prime armi. Tenete conto anche della diversa posizione della cervice uterina, infatti la coppetta va collocata al di sotto di essa e se non scelta delle giuste dimensioni potrebbe risultare scomoda.

Un’altro aspetto di cui tener conto è sicuramente la tonicità del pavimento pelvico! Se si fa sport e non si ha già partorito è meglio usare una coppetta più rigida in quanto il pavimento pelvico è molto tonico, al contrario si può optare per una più flessibile.

Insomma, non esiste la formula perfetta per trovare la giusta coppetta mestruale. Tenendo conto dei diversi parametri, il consiglio è quello di acquistare più di una coppetta di diverse forme e dimensioni e provare. Alla fine riuscirete a trovare la coppetta perfetta per voi.

Come si usa la coppetta mestruale

Utilizzare la coppetta mestruale non è difficile, servirà solo tanta pratica e soprattutto ciascuna dovrà trovare il miglior modo e la posizione più comoda per l’inserimento e il gioco è fatto.

Prima di essere utilizzata la coppetta mestruale va sterilizzata per cinque minuti in acqua bollente, avendo cura di non farle toccare il fondo della pentola. In alternativa esistono degli appositi contenitori per sterilizzare in sicurezza.

Va poi risciacquata dopo ogni volta che la si estrae o con semplice acqua e sapone intimo o la si può sterilizzare nuovamente. L’importante è lavarsi bene le mani prima di toccarla perchè la vagina è un ambiente molto delicato e soggetta ad infezioni.

Coppetta mestruale

La coppetta mestruale va inserita all’interno della vagina come un assorbente interno, con la differenza che va posizionata più in basso rispetto al canale vaginale. Prima di inserirla va piegata accuratamente per facilitarne l’inserimento.

Esistono diverse tecniche di inserimento e ogni donna troverà poi quella più comoda per lei. Le principali tecniche di piegamento sono: chiusura a C che consiste nel piegare in due la coppetta fino ad ottenere appunto una C. Chiusura a tulipano che consiste nell’arrotolare la coppetta fino a ridurre il suo diametro. Chiusura a 7 che consiste nel chiudere le labbra della coppetta fino a formare una linea e poi abbassare una estremità, così da formare un sette.Coppetta mestruale

Ed ecco che si passa al momento del vero e proprio inserimento. Ricordate di rilassarvi per rendere meno rigidi il muscolo pelvico e trovate una posizione comoda. L’inserimento può essere fatto da accovacciate, da sedute o in piedi, ognuna troverà la posizione più comoda.

Tenete sempre ben chiusa la coppetta fino al momento dell’inserimento, se la vostra vagina è abbastanza secca o se siete alle prime armi potete aiutarvi con dell’acqua o del lubrificante. Una volta inserita la coppetta, lasciatela andare per permettere che si apra del tutto e se tutto è avvenuto correttamente dovreste sentire un rumore di risucchio.

Se non siete sicure di averla inserita bene toccatela, se presenta piegature vuol dire che non ha aderito bene. Non preoccupatevi, basterà prenderla per la parte inferiore e farle fare un giro per permettergli di adattarsi alla nostra vagina.

Come va tolta la coppetta mestrualeCoppetta mestruale

Una coppetta mestruale ha una capienza di circa 30 ml e può avere una durata di 12 ore, ma ogni donna è diversa molto dipende dal genere di flusso che si ha. Le prime volte cambiatela spesso fino a quando troverete le giuste tempistiche del vostro corpo.

Rimuovere la coppetta all’inizio può sembrare difficile, ma una volta capito il meccanismo risulterà facile. Anche in questo caso bisogna trovare la posizione più comoda per rilassarsi che sia da accovacciate, sedute o in piedi.

A questo punto vi basterà spingere un po’ con i muscoli pelvici fino ad arrivare a raggiungere lo stelo. Tirate un po’ e fate pressione sulla parte inferiore della coppetta per far entrare aria e permettere alla coppetta di perdere adesione alla vostra vagina.

Coppetta mestruale

A questo punto il gioco è fatto! Sciacquate la vostra coppetta e riutilizzatela oppure se non vi servirà più sterilizzatela, asciugatela bene e riponetela in un apposito contenitore pronta per il prossimo utilizzo.

Potete acquistare la coppetta mestruale in farmacia oppure online su Amazon:

Avete mai provato la coppetta mestruale? Siete più da tradizionale assorbente o vi trovate bene con la coppetta mestruale? Continuate a seguirci su SegretoDonna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Sophi Campailla

Scritto da Sophi Campailla

Serena Enardu attaccata

“Sei malata di visibilità”: Giovanni Conversano al veleno contro la ex Serena Enardu

Jason Momoa canottiera

Jason Momoa in canottiera ai Golden Globe: un gesto villano? No, solo d’amore!