in ,

Clamorosa decisione della Svezia: «niente vaccino per i bambini, non vediamo alcun chiaro beneficio»

svezia vaccinazione bambini

Care amiche e amici di SegretoDonna, la Svezia ha deciso di non approvare il vaccino contro il Covid per i bambini dai 5 agli 11 anni. Oggi il ministero della Salute svedese ha sostenuto che i benefici non superano i rischi in questa fascia di età. Il funzionario dell’Agenzia della Salute Britta Bjorkholm in una conferenza stampa tenuta per mostrare i risultati delle valutazioni scientifiche ha detto: «Con le conoscenze che abbiamo oggi, con un basso rischio di malattie gravi per i bambini, non vediamo alcun chiaro beneficio nel vaccinarli» . La Bjorkholm ha poi continuato che «la decisione potrebbe essere rivista se la ricerca sviluppasse altri vaccini o se una nuova variante cambiasse la pandemia». svezia vaccinazione bambini

Al momento, come riporta la Reuters, i bambini ad alto rischio possono già ottenere il vaccino. La Svezia ha registrato più di 40.000 nuovi casi il 26 gennaio, uno dei più alti numeri nei bollettini giornalieri della pandemia, ma gli ospedali non sono sotto la stessa tensione come nelle ondate precedenti. Giovedì 101 pazienti con il Covid hanno avuto bisogno di cure in terapia intensiva, ben al di sotto degli oltre 400 pazienti della primavera 2021. In totale, quasi 16.000 persone sono morte di Covid in Svezia dall’inizio della pandemia.

Il governo svedese mercoledì ha esteso le restrizioni per due settimane: orari di apertura limitati per i ristoranti e un tetto massimo di presenze per i locali al chiuso. La speranza è di rimuovere i paletti il 9 febbraio. svezia vaccinazione bambini

Scritto da firedream79

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cosa ne pensi?

-9 points
Upvote Downvote
prossimi dati fatturato

Istat, fatturato industria, Codacons: bene dati di novembre, ma su prossimi numeri peserà effetto caro-prezzi e bollette

Adriana Tanoni morta

28enne incinta non vaccinata morta dopo il parto: «denunciata la ginecologa e i sanitari di alcuni ospedali per omicidio colposo»