in

Tra moda e TV: Chiara Giuffrida si racconta per “DonneVere”

Siciliana, classe 1996, fisico mozzafiato, intelligente e con tanta voglia di crescere. Abbiamo conosciuto Chiara Giuffrida e le abbiamo fatto qualche domanda. chiara giuffrida intervista

“Una volta diplomatami al liceo classico, mi sono trasferita a Milano, dove vivo attualmente. Mi sono da poco laureata nella facoltà di “Linguaggi dei media” presso l’Università Cattolica di Milano, con 110 e lode e lavoro come modella. Il mio sogno è diventare una conduttrice televisiva”. 

Ecco cosa ci ha raccontato chiara giuffrida intervista


[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]
Quando hai capito che avresti dedicato la tua vita alla moda?

Non ho mai scelto di lavorare come modella: per caso all’età di 12 anni, incontrai un agente che mi propose di tentare questa strada. A quell’età ero già alta 175cm e questo ha facilitato la mia carriera. Fin tanto che vivevo in Sicilia, ho fatto tante esperienze sul luogo e cominciato a sperimentarmi prima su Roma, poi su Milano, con una piccola esperienza in Germania. Con il trasferimento a Milano, la moda è diventata la mia vita, la mia professione a tempo pieno. Principalmente lavoro in ambito commerciale: i miei tratti sono mediterranei con un tono di biondo sui capelli che mi rende diversa dal prototipo di ragazza siciliana.

chiara giuffrida intervista

Hai partecipato a Miss Italia, senza dubbio un grandissimo trampolino di lancio. Cosa ricordi di quell’esperienza e cosa ti ha lasciato?

Miss Italia è più di un concorso di bellezza, è un’esperienza professionale e di vita. Lavoravo già come modella, con la mia immagine, quando ho partecipato, per cui ho vissuto il concorso più come un test per la mia carriera televisiva, che per testare la mia estetica. Mi ha messo alla prova e mi ha confermato che effettivamente sono a mio agio di fronte alle telecamere: viene fuori la mia grinta ed energia.

Chi è la tua icona di stile?

Non ho un’icona di stile, ma adoro la moda degli anni ’90, quella delle grandi Naomi Campell, Kate Moss.

Tu hai origini Siciliane, Catania è la tua città natale, come hai vissuto il trasferimento a Milano? Torneresti in Sicilia?

Mi dichiaro follemente innamorata della mia terra, della Sicilia e soprattutto di Catania. Quando posso, torno giù anche solo per qualche giorno. L’atmosfera, i colori, lo stile di vita e soprattutto il mare, sono come una fonte battesimale per me: quasi rinasco e sono pronta a riaffrontare la mia vita al meglio.

Mi sono trasferita a Milano, carica di determinazione e ambizione e pian piano ne vedo i frutti, quindi posso ritenermi soddisfatta; ho fatto la scelta giusta. Se potessi realizzare la mia carriera professionale, la vita che conduco,  in Sicilia, tornerei a vivere lì, probabilmente neanche sarei partita, ma purtroppo non è così. Mi riservo di mantenere il legame con Catania: vorrei riuscire in futuro a investire in un’ attività di ristorazione o agrituristica, che esuli da mio lavoro effettivo.

Ti sei appena laureata con il massimo dei voti, congratulazioni. Come sei riuscita a coordinare studio e lavoro in questi anni?

E’ stata dura, alcune volte ho pensato di non farcela; poi, però mi sono rimboccata le maniche e sono riuscita a fare tutto. Ho fatto dei sacrifici e vissuto periodi di grande stress. Portavo in giro le dispense e i libri per leggere qualcosa nelle pause a lavoro o durante i viaggi in treno e in aereo. La mia fatica è stata ricompensata!

chiara giuffrida intervista

Parlaci della tua routine di bellezza, come fai a mantenere la tua pelle e il tuo corpo così perfetti?

Ringraziando il cielo, ho una costituzione fisica che mi aiuta da sé. Io poi faccio il mio curando l’alimentazione, allenandomi in palestra e prendendomi cura del mio corpo con creme, maschere e trattamenti. La parte del corpo che curo di più è il viso: utilizzo scrub e maschere due volte a settimana e ogni qual volta la mia pelle lo richiede: i ritmi del mio lavoro, l’inquinamento di una metropoli come Milano, spesso causano stress e la pelle ne risente. Ho una piccola ossessione per le mani: una donna dovrebbe avere le mani sempre curate e in ordine, a maggior ragione una modella, perché le tiene sempre in vista. 

chiara giuffrida intervista

Il tuo sogno più grande è legato al mondo della moda? Dove e come ti vedi fra dieci anni?

Come ho già detto in precedenza, il mio più grande sogno è la televisione. Vorrei condurre un programma sportivo o di attualità (sono due discipline differenti, ma rappresentano le mie grandi passioni). Oggi ho quasi 22 anni, tra dieci anni, vorrei vedermi realizzata professionalmente, ma anche in procinto di creare una famiglia. La famiglia per me è fondamentale! Vorrei avere un uomo al mio fianco con il quale condividere la mia vita, costruire un futuro insieme, in primis nella stessa casa, convivendo, poi, con il matrimonio e un figlio (o due).

chiara giuffrida intervista

Cosa significa per te essere una “donna vera”?

Una “donna vera” è capace di essere realizzata nella vita, grazie alle sue capacità, forze e carattere. E’ una donna dotata di grande spirito di iniziativa e determinazione. Una donna che è anche mamma, che unisce la carriera, alla famiglia.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]

 

Seguiteci su SegretoDonna.com

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Alessia Crifò

Scritto da Alessia Crifò

dieta riso esempio

Preparati alla prova costume con la dieta del riso: perdi 4 kili in 7 giorni senza fatica

Ecco quanto guadagnano i protagonisti delle storie di Forum