in ,

Pamela Perricciolo mostra le chat private con Eliana Michelazzo e accusa la televisione

Si aggiungono nuovi dettagli al Pamela Prati gate.

Non si ferma ancora il Pamela Prati gate. Sebbene l’inesistenza di Mark Caltagirone sia ormai stata appurata, adesso il pubblico vuole vederci chiaro.

Pamela Prati, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, da socie e complici, sono passate all’accusarsi a vicenda.

Pamela Prati continua ancora ad affermare di essere stata plagiata; Eliana Michelazzo ha dichiarato di essere vittima tanto quanto la showgirl.

La Perricciolo, invece, titolare insieme a quest’ultima dell’agenzia Aicos, non ci sta. Se durante gli ultimi mesi ha deciso di rimanere in silenzio, adesso vuole raccontare le sue verità e chiarire finalmente di non essere l’unica artefice del pianoChat Perricciolo Michelazzo

Come tutto ebbe inizio

A Fanpage, la Perricciolo ha mostrato le chat private con Eliana Michelazzo. Dalle conversazioni emerge una chiara complicità tra le due, che si consideravano addirittura sorelle.

Pamela ha rilasciato una lunga intervista, in cui ha raccontato anche le dinamiche del loro primo incontro.

“Incontrai Eliana Michelazzo subito dopo la sua uscita da Uomini & Donne. Avevo già la Aicos dal 2007 e mi occupavo di pubblicità, ma quando la conobbi cominciammo fin da subito a lavorare insieme. Nello stesso anno decisi di regalarle metà della mia agenzia come dono di cresima. La consideravo una sorella ha detto.

A proposito dell’incontro con la Prati all’interno del suo ristorante, invece, ha dichiarato:

“Avevo detto a Pamela Prati che c’era un uomo che ha frequentato il mio ristorante e che mi chiedeva spesso di lei. Mi diceva di chiamarsi Marco e di non vivere in Italia. Verso fine marzo, Pamela mi dice di avere cominciato a scambiarsi messaggi con questo uomo. A oggi nemmeno io posso dire si chiamasse Caltagirone, ma proprio da quel momento Pamela ha cominciato a raccontare di avere conosciuto questo imprenditore che lavorava all’estero. Da qui la situazione ci è sfuggita di mano”.

Un Marco, dunque, esisterebbe davvero. Ma allora come si spiegherebbe il matrimonio saltato e la rivelazione della sua inesistenza? La Perricciolo ha chiarito anche questo punto:

“Il matrimonio non c’è stato perché questo uomo non c’era”. Forse la conoscenza si è conclusa dopo pochi messaggi, ma a quel punto la notizia era già pubblica e le tre hanno compreso che con l’annuncio di un imminente matrimonio avrebbero potuto fare entrare in cassa qualche spicciolo.

Chat Perricciolo Michelazzo: Pamela racconta la sua verità

In ogni caso, una volta svelato l’arcano, la Prati e la Michelazzo hanno subito pensato a scrollarsi di dosso ogni responsabilità.

Dalle chat tra la Michelazzo e la Perricciolo, invece, emerge chiaramente quanto entrambe fossero complici e come la Prati sapesse sin dall’inizio che il matrimonio non ci sarebbe mai stato.Chat Perricciolo Michelazzo: Pamela racconta la sua verità

Chat Perricciolo Michelazzo: Pamela racconta la sua verità

Anche la Perricciolo, comunque, non accetta di addossarsi la colpa dell’intera vicenda. Nella stessa intervista, infatti, ha dichiarato:

“Non credo che la colpa sia tutta nostra. È nostra al 50%. Il resto è di chi ci ha invitato in tv e fatto andare avanti in questa situazione. Chi in Mediaset o in Rai non aveva capito fin dall’inizio che il matrimonio non ci sarebbe stato? C’erano troppi dubbi, al punto che Verissimo ha bloccato i pagamenti alla Prati. Se non fossimo servite a fare audience, ci avrebbero fermate e denunciate per truffa. Noi non ci abbiamo guadagnato, a parte Eliana Michelazzo ultimamente. Chi ci ha guadagnato davvero da questa storia sono i programmi. Nessuno sapeva con certezza che il matrimonio non ci sarebbe stato, ma se continui a invitarmi fai il mio gioco.

Cosa pensate delle sue dichiarazioni? Chat Perricciolo Michelazzo

Scrivete i vostri commenti e continuate a seguirci su SegretoDonnaChat Perricciolo Michelazzo

Malgioglio De Andrè

Gf16: fischi in studio contro Francesca De Andrè. Barbara D’Urso costretta ad intervenire

testimonianze furto Carta

“Live – Non è la D’Urso”: Marco Carta racconta la verità sul furto alla Rinascente