in

L’amore è una droga: lo spiega la scienza

amore equivale a drogarsi
  • [mom_row][/mom_row]Che l’amore, spesso, faccia un po’ perdere il contatto con la realtà è noto a tutti.
Ma molti non sanno che gli effetti generati dall’amore o meglio dall’innamoramento sono paragonabili a quelli prodotti dall’uso di sostanze stupefacenti.
Sicuramente ognuno di noi ha una percezione diversa dell’amore ed ogni storia è diversa dall’altra, ma ma vi alcuni segnali inconfondibili. Ne sono un esempio, il battito del cuore accelerato, il nodo alla gola e le mani sudate alla vista della persona amata.
Questi sono i segnali che ci portano a distinguere l’amore da una semplice amicizia.  amore e dipendenza
amore e dipendenza
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”43″]

Gli sconvolgimenti fisici:

I ricercatori hanno studiato questo sentimento, sottolineando gli sconvolgimenti che produce.

Il corpo, infatti, è anche sottoposto a sconvolgimenti ormonali: endorfine e, soprattutto, testosterone, l’ormone del desiderio sessuale. Quando ci si innamora si entra in uno stato chimico mentale che ricorda quello prodotto dell’assunzione di droghe.

Il cervello va letteralmente su di giri, si tratta di uno stato di iperattività che, ovviamente, non può durare troppo a lungo. Dopo qualche mese, infatti, l’eccitazione dell’innamoramento si affievolisce per tornare allo stato basale. In questa fase, il sentimento cambia e, per tenere unita la coppia, la natura fa ricorso a un altro meccanismo basato su un senso di fusione e di legame profondo.

In poche parole, quello che chiamiamo “amore”.

 

Questo è quanto sostiene il sessuologo Emmanuele Jannini, spiegando che nel nostro corpo agiscono, in questa fase, sostanze diverse. Donne e uomini hanno poi un modo diverso di innamorarsi. Nelle donne, spiega Jannini, il meccanismo è molto più complesso rispetto a quanto avviene per gli uomini.

[ad id=”43″]
[ad id=”2888″]
[ad id=”2888″]


Amore e innamoramento: due cose diverse!

La differenza tra i due sentimenti è sostanziale, sia in ciò che si prova, sia in ciò che muove i due partner. Infatti, quando si è innamorati si tende a vedere l’altro come presumibilmente non è. Non sempre, ma spesso l’innamoramento crea una maschera per l’altra persona.
Una volta superata la fase dell’attrazione “fatale”, ci si troverà in una relazione che potrà diventare a lungo termine.
Si dice: “l’amore è cieco”, perché gli psichiatri e gli psicanalisti affermano che l’innamoramento non avviene per caso: il nostro inconscio sceglie colui che potrà appagarci. Si ha tendenza a minimizzare i difetti dell’altro e a proiettare su di lui i nostri ideali e desideri.
L’innamoramento attiva particolari aree del cervello e ne disattiva altre: le stesse che si accendono e si spengono durante l’assunzione di oppiacei.
L’amore è stato studiato da scrittori, poeti, pittori, musicisti. Loro, meglio degli scienziati, sono in grado di conoscere che cosa possa emozionare il cervello umano. Shakespeare e Wagner sono tra i più grandi neurologi della storia.
Dall’amore alla dipendenza ci passa un capello. E io sono sempre stato un uomo spettinato.
(Diego Cugia)
Continuate a seguirci qui su SegretoDonnaamore dipendenza  amore dipendenza

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Comments

0 comments

Cosa ne pensi?

Vanessa Emmanuele

Scritto da Vanessa Emmanuele

benefici alga spirulina

Alga spirulina: benefici e proprietà dimagranti

Sei una unicorn addicted? Ecco le pantofole dei tuoi sogni